Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Aleteia logo
home iconFor Her
line break icon

Scopre il tradimento la sera prima delle nozze, lo sbugiarda sull’altare

SPOSA, LACRIME, MATRIMONIO

Shutterstock

Annalisa Teggi - pubblicato il 19/11/18

Alcuni s’interrogano sul silenzio dello sposo traditore che volta le spalle e basta; certi suppongono che lui abbia gongolato di non essersi preso un impegno così pressante davanti a Dio. I maniaci dei dettagli si mettono a dissertare sul fatto che se il banchetto è stato fatto ugualmente, allora è stato pagato dalla sposa. Il luogo comune su cui si arena l’intera vicenda è il vaso di Pandora che si può aprire sbirciando nel cellulare del proprio fidanzato.
PROPOSAL,RING,HANDS
Shutterstock

Sì, a dare in pasto queste notizie alla nostra pancia se ne ricava una lievitazione di tristi episodi personali in cui una moglie o un marito sono stati capacissimi di dare il peggio di sé. Casey, alla fine, ha deciso di celebrare l’onestà, ma temo che sia uno di quegli ingredienti che nel matrimonio non è portato in dote dai coniugi. Perché nel sentire comune, si intende per onestà tutta una serie di comportamenti trasparenti e immacolati, come se volersi bene fosse rispettare delle regole di reciproco candore.

Sono troppo pochi i dettagli della storia di questi due fidanzati per esprimere qualsiasi ipotesi; vero è che, messa sulla pubblica piazza una simile vicenda, tutti si mettono a parlare dei tradimenti subiti e nessuno parla di quella prova tosta tostissima che l’amore autentico si merita, il perdono. Ecco perché torno a quel gallo che cantò tre volte.


DONNA, PENSARE, RELAX

Leggi anche:
E se mi prendo una cotta per qualcuno che non è mio marito o il fidanzato?

Se penso a qualcuno che mi tradisce, vorrei vederlo appeso a un albero come Giuda. Se penso a me che tradisco, vorrei essere guardata come Pietro. Ovvero: la vendetta è una misura che applicata a noi stessi sentiamo malvagia, anche quando ce la meriteremmo. Perdoniamo a fatica, ma vorremo essere perdonati sempre.

Forse anche io mi sono avvicinata all’altare pensando a tutte le parti belle di me che avrebbero reso felice la vita di mio marito, e viceversa. Molto presto ho capito che il giorno delle nozze non ho dato nulla di buono, ma ho ricevuto la Compagnia di chi può trasformare in bene il cammino entusiasta e sgangherato di due persone. La fedeltà l’abbiamo promessa, perché sappiamo bene di non averla in tasca. E abbraccia questioni molto più quotidiane e permeanti dell’adulterio.

Non posso avere e non avrò mai uno sguardo immacolato con cui guardare mio marito, né lui lo avrà per me. Quando arriva il mattino – dopo la notte del male – e il gallo canta, ciascuno di noi mette sul tavolo i propri cocci: bugie, mancanze, cattiverie, perfidie, semplici noncuranze. È davvero così ad ogni nuova alba, eppure desidero che alba sia davvero. I riflettori del mondo, le voci del pubblico a cui potrei consegnare questa caterva di matrimoniali sconfitte sarebbero un coro all’unisono con il pollice all’ingiù. Scandirebbero: occhio per occhio dente per dente. Brinderebbero con me all’onestà che manca, ma io voglio stare a tavola con Lui che cucinò il pesce in riva al lago e lo condivise con Pietro il traditore. Sapeva tante cose su di lui, tante avrebbe potuto fargliene confessare. Ma lo vedeva come nessun altro occhio avrebbe potuto. Allora gli chiese: “Simone, mi ami tu?”.

  • 1
  • 2
Tags:
matrimoniotradimentovendetta
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
7
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni