Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Andrea malato terminale scrive un libro alla figlia così saprà quanto amore prova per lei

ANDREA BIZZOTTO
Condividi

Ha 33 anni e lotta da due anni contro un tumore raro. Ha scritto un libro per sua figlia e 19 lettere di compleanno. "Quello che più mi mancherà è la mia bambina, Giulia Grace"

Andrea Bizzotto ha lo sguardo profondo di chi ama la vita nonostante tutto, nonostante la sofferenza fisica e mentale che prova da quando ha dovuto fare i conti con un tumore raro, un sarcoma sinoviale attualmente al quarto stadio scoperto due anni fa. Ha 33 anni, due anni più di me, ed è la prima cosa a cui penso mentre leggo la sua storia riportata da Luca Bortoli su Avvenire. Andrea si cura, combatte, cancer fighter c’è scritto sul suo profilo Instagram, spera di strappare ancora un po’ di tempo alla malattia per stare con sua moglie Maria, per coccolare la loro bambina Giulia Grace di diciotto mesi che difficilmente vedrà crescere. La pena più grande è per loro. 

Per la figlia ha scritto un libro in cui parla di sé, pagine che raccolgono la sua storia e che spera siano una coperta calda nei giorni di tempesta. Parole che la sosteranno nei momenti di nostalgia e dolore. La luce che emanano gli occhi di Andrea, mentre scorro le foto su Instagram, viene credo proprio da questo amore grande per la sua famiglia.

View this post on Instagram

It was a terrible night, full of pain. I would like to go home soon. I think I had enough operations and pain. But I am very happy today because I received this hat and this scarf. My wife has a 12 years old son, Fynn and he did with his hands for me in one night… we had not easy time together…in the last month we were like stranger at home. In these years I tried to teach him a lot but I am too serious and aggressive. But I cooked always gladly for him. It Was my way to give him attention because I am not good at joking with kids. But this gift means that at the end we are good together and I would like to have another chance with him. #myfriend #stoppain #synovialsarcoma #sarcoma #bettertimeswillcome #gift #bestgiftever #regalo

A post shared by Andrea Bizzotto (@andrea_bizzotto_85) on

Voglio fare qualcosa di buono nel tempo che Dio mi ha riservato

Andrea sa che non può sprecare questo momento e vuole lottare con tutto se stesso per fare qualcosa di buono, afferma, nel tempo che il Signore gli concederà.

«Nessuno merita un tumore incurabile a 33 anni. Io mi meritavo la possibilità di crescere ed educare la mia piccola Giulia, portarla al primo giorno di scuola, prepararle il suo cibo preferito con amore, fare un viaggio da solo con lei. Mi meritavo almeno di lasciarle un ricordo reale di me, non un video o un libro. Forse non ce la farò, ma lotterò e mi impegnerò al massimo come ho sempre fatto, per fare qualcosa di buono nel tempo che Dio mi ha riservato» (Ibidem)

Un matrimonio speciale

Originario di Cittadella, provincia di Padova, ingegnere industriale, ha incontrato l’amore della sua vita a Witten, vicino Dortmund. Appassionato di buon cibo e natura, ha organizzato il matrimonio con Maria in due giorni: volevano promettersi il per sempre prima che Andrea entrasse in sala operatoria.

«(…) il mio matrimonio con Maria; organizzato in due giorni prima dell’intervento al torace. È stato tutto spontaneo e per questo speciale» (Avvenire)

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.