Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 21 Aprile |
Sant'Anselmo d'Aosta (e di Canterbury)
home iconStile di vita
line break icon

Perché mi importa tanto di pubblicare cose in rete?

WOMAN,INSTAGRAM,PHOTOS

Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 09/11/18

Mi ossessiona la traccia che lasciano le mie parole e le mie azioni. Tutto è vanità. Forse sto dimenticando il potere di Dio. La sua impronta attraverso di me è infinita. È il miracolo della fecondità che agisce con il suo potere.

Perché mi preoccupa tanto il fatto di lasciare un segno se alla fine è Dio che cambia tutto? Vorrei essere in grado di amare il silenzio. Di amare la vita nascosta in un mondo pieno di pubblicità.

Vorrei passare inosservato in una massa che cammina verso Dio.

Mi piace la vita nascosta di Gesù che posso solo immaginare, e le difficoltà e i dolori dei santi di cui nessuno mi parla.

Credo nel potere dell’occulto senza bisogno di conoscerlo. Credo nell’impronta profonda che lasciano i santi con quei gesti e quelle parole di cui nessuno ha mai saputo nulla.

Ciò che importa davvero è l’amore sepolto. Anche se in apparenza non lascia tracce e io non sappia quando è avvenuto né come. Nessuno è riuscito a vederlo.

L’amore nella rinuncia che non si valorizza. In quello per cui non si ringrazia. In quello che nessuno riconosce né può vedere.

Mi affanno tanto per lasciare un segno ed essere riconosciuto… Per essere valorizzato nella mia dedizione, nell’amore che metto in ciò che faccio.

Sono molto umano, e anche i miei desideri sono umani. Forse troppo autoreferenziali. Mi fa male pensare così.

È vero, però, che mi piacciono le persone che lasciano un segno nella mia vita. E sono molte.

Diceva Hamlet Lima Quintana: “C’è gente che solo dicendo una parola accende la speranza, che solo sorridendo ci invita a viaggiare in altri luoghi, ci fa vivere tutta la magia. Ci sono persone che dando semplicemente la mano spezzano la solitudine”, “che solo prendendo in mano una chitarra creano una sinfonia. C’è gente di questo tipo, ed è necessaria”.

Il valore del loro amore in me mi rende una persona migliore. Sono l’eco della loro voce.

E il mio amore è una copia di quello ricevuto. Non sono originale come credevo, né le mie azioni hanno il potere che desidero.

Ma apprezzo con gratitudine le tracce sulle mia pelle di chi mi ha amato. Mi fanno più male le cicatrici lasciate da quanti non mi hanno amato.

Voglio ringraziare per la mia vita piena di segni altrui, e chiedere a Dio di lasciare un’impronta profonda nella mia anima ogni volta che mi perdona, mi risolleva e mi dice che mi vuole bene.

  • 1
  • 2
Tags:
retereti socialisocial media
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
2
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
PADRE ALDO TRENTO
Il blog di Costanza Miriano
Se un prete si innamora di una donna. Padre Aldo racconta la sua ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni