Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Una visita virtuale al monastero di San Benedetto

Condividi

Il fondatore dell'Ordine benedettino trascorse tre anni in solitudine in cima a un dirupo

Oltre a permettere una vista spettacolare della valle e delle montagne circostanti, il monastero ospita una serie di affreschi e opere d’arte medievali, come la Madonna col Bambino, I Quattro Evangelisti e una crocifissione della scuola senese risalente al XIV secolo. Altri affreschi mostrano scene della vita di San Benedetto.

I visitatori possono anche ammirare il giardino in cui Benedetto si gettò tra le spine per sconfiggere la tentazione carnale. La tradizione vuole che San Francesco d’Assisi abbia trasformato le spine in rose quando visitò il monastero nel 1223.

La grotta di San Benedetto si trova nella chiesa inferiore, e i visitatori possono attraversarla. Vi si trova un altare con decori duecenteschi e un affresco che raffigura Benedetto mentre contempla la croce. I gradini che portano fuori dalla grotta conducono i visitatori alla cappella di San Gregorio, con una serie di affreschi, incluso uno che rappresenta San Francesco ed è ritenuto un ritratto contemporaneo.

Non avete la possibilità di visitare fisicamente il monastero di San Benedetto? Cliccate qui per effettuare un tour virtuale!

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni