Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 01 Marzo |
Beata Giovanna Maria Bonomo
home iconChiesa
line break icon

Per molti Francescani, l’Avvento inizia dopo la festa di Ognissanti

FRANCISCAN,FRIAR

Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 07/11/18

San Francesco chiese ai suoi seguaci di osservare un lungo digiuno in preparazione al Natale

Se manca ancora qualche settimana al periodo liturgico dell’Avvento, i seguaci di San Francesco sono già entrati in un periodo speciale di preparazione al Natale.

Da alcuni viene definito l’“Avvento francescano”, e trova le sue origini nella Regola elaborata da San Francesco, in cui scrisse: “Tutti i frati digiunino dalla festa di tutti i santi fino a Natale”.

L’idea di digiunare prima di Natale può sembrare strana a qualcuno, visto che la celebrazione moderna include grandi festeggiamenti ancor prima del giorno di Natale. Per i cristiani delle origini, però, era un aspetto fondamentale.

Dall’VIII secolo, ad esempio, i cristiani orientali raddoppiarono i loro preparativi per il Natale. Credevano fermanente nell’antica massima “Digiuna prima di festeggiare” e seguivano l’esempio di Cristo, che ha digiunato per 40 giorni nel deserto prima di iniziare il suo ministero pubblico. Per prepararsi in modo appropriato alla gloriosa celebrazione del Natale il 25 dicembre digiunavano per 40 giorni, cominciando il 15 novembre per finire la vigilia di Natale.

San Francesco amava in modo particolare il Natale, come si può desumere dalla storia popolare secondo la quale avrebbe ideato la prima rappresentazione della Natività. È quindi comprensibile che abbia esteso il tempo di preparazione al Natale a circa 55 giorni (47 se si escludono le domeniche).

Mentre il mondo inizia già a entrare nella “stagione natalizia”, San Francesco ci ricorda di preparare il nostro cuore alla celebrazione della nascita di Cristo, abbracciando il vero motivo di questo periodo.

Tags:
avventofrancescaniognissanti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
6
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
7
POPE FRANCIS AUDIENCE
Ary Waldir Ramos Díaz
Perché dobbiamo fare il segno della croce nei momenti di pericolo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni