Aleteia
martedì 27 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Approfondimenti

Le parole che mancano al Sinodo

WYKORZYSTYWANIE DZIECI

Shutterstock

Don Fortunato Di Noto - pubblicato il 28/10/18

Don Fortunato Di Noto scrive con dolore circa l'assenza delle parole "pedofilia" e "pedopornografia" dal documento finale del Sinodo

Pedofilia e pedopornografia parole assenti nel documento finale del Sinodo dei giovani 2018. Le varie forme di abuso sono espresse, nei tre snodi cruciali (da n. 21 a 31): la novità dell’ambiente digitale con le sue opportunità e sfide, i migranti come paradigma del nostro tempo con le sue violenze e vulnerabilità, e riconoscere e reagire a tutti i tipi di abuso.

Snodi decisivi che dovranno sempre di più essere affrontati; nuove sfide e impegni non derogabili affinchè non accadano più. Prendiamo l’aratro e ariamo un terreno tossico, perverso, corrotto, malato. Una terra acida e putrida. Un impegno centrale e fondamentale per una Chiesa profetica e “madre” che protegge i deboli, i poveri, i vulnerabili, gli scartati della società e che non sia più una “cattedra di pestilenza”.

Comunque sia la pedofilia e la pedopornografia – definite, dalle leggi civili e non solo, nuove forme di schiavitù – non vengono mai citate, spero non sia stato per paura, né per rimozione del problema. Auspico che sia sottinteso tutto nella categoria di “abuso” . Tanti sono i giovani che subiscono violenza e abuso (n. 41) ma nell’elenco l’assenza di ciò che è definito, sempre più, da molti un crimine inenarrabile, quando solo si pensa che anche i neonati sono brutalmente abusati.

Ciò non significa che non si è ribadito il fermo impegno contro tutti i tipi di abuso e quello di impegnarsi a fare verità e chiedere perdono (n.29-31). Le parole hanno un loro significato e possono aiutarci a contestualizzare un fenomeno drammatico, tragico che riguarda i più piccoli: i bambini e non solo i giovani.


SYNOD2018

Leggi anche:
Sinodo, votato a maggioranza il documento finale

La stessa parola bambino/i è utilizzata solo una volta (n. 41,42 e 131), si richiamano le violenze perpetrate sui bambini soldato e di strada. La parola giovani/giovane viene citata n. 346 volte ed è pacifico questo dato, del resto il Sinodo è dei e per i giovani. Chissà se è arrivato, anche il tempo, per un Sinodo dei e per i bambini, un sogno che da anni mi ritorna in mente e che sommessamente quasi lo esigo per i “prediletti del Signore” (del resto Gesù parla agli adulti prendendo come modello i bambini. cfr. Mt 18,1-10).

I piccoli (che diventeranno giovani) stanno rivoluzionando e rinnovando la Chiesa e la società, anche semplicemente con il loro “farfugliare”.

Se partiamo da loro, se li accogliamo e proteggiamo: produciamo l’antidoto contro la pedofilia e la pedopornografia. Contro ogni abuso ai piccoli.

Il web è anche, tra opportunità e risorse, un canale di diffusione della pornografia e di sfruttamento delle persone a scopo sessuale (n. 23) e la diffusione pervasiva della pornografia digitale e l’esibizione del proprio corpo on line (n. 37); la digitalizzazione del corpo ha aumentato il naufragio nelle periferie digitali e la mercificazione. Internet è una grande opportunità (n. 21- 22) che deve essere responsabilmente utilizzato restando vigili per non perdere la propria identità, quest’ultima, l’identità e relazioni, molto evidenziata nel testo finale infatti l’identità, o si ha o non si ha e la sua crisi, indubbiamente è generata, l’aumento di separazioni, divorzi, seconde unioni e famiglie monoparentali può causare nei giovani grandi sofferenze (n. 32-44). Il dark web, mi permetto questa precisazione, è la parte quasi inaccessibile agli utenti della rete e non può essere solo definito caso estremo, nel territorio di solitudine, manipolazione, sfruttamento e violenza, (n. 23), per gli addetti ai lavori, è peggio, molto di più di quanto uno può immaginare, curiosando.; avrei, invece, citato il deep web che pur avendo delle criticità (accesso a dati sensibili, notizie riservate ed altro) è molto utile per le informazioni censurate, per la libertà di pensiero e di stampa, per i dissidenti politici e le rivolte per la libertà e la conoscenza di oppressori e corrotti. Confermiamo il fatto che è sempre l’uomo a rendere utile o pericoloso il web.


POPE FRANCIS MEETING YOUTH

Leggi anche:
Sinodo 2018: lettera dei giovani uditori al Papa, «siamo con te e con tutti i vescovi»

Il documento finale: I giovani, la fede e il discernimento vocazionale, avrà modo di essere letto, recepito, incarnato nei prossimi anni. Papa Francesco, nel Discorso di chiusura del Sinodo, ha sottolineato che : «Noi abbiamo fatto un documento, noi l’abbiamo approvato, adesso lo Spirito Santo ci dà a noi questo documento perché lavori nel nostro cuore. Siamo noi i destinatari del documento. Perché questo documento lavori in noi, bisogna fare preghiera, studiarlo, ma è per noi principalmente. Aiuterà tanti altri, ma i primi destinatari siamo noi. È lo Spirito che ha fatto tutto questo, e ora torna a noi. Non dimenticarlo.»

Non lo dimenticheremo, Santo Padre.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
pedofilia nella chiesapedopornografiasinodo dei giovani
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni