Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

In pieno 2018, un nuovo scisma scuote i cristiani

ORTHODOX

Saint-Petersburg Theological Academy-(CC BY-ND 2.0)

Aleteia - pubblicato il 25/10/18

Il rapporto difficile tra ortodossi russi e ucraini

Almeno finora, in Ucraina esistono tre grandi Chiese ortodosse.

La Chiesa Ortodossa Ucraina del Patriarcato di Mosca è sotto giurisdizione russa dal 1686, per decisione del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli.

La Chiesa Ortodossa Autocefala Ucraina è una dissidenza sorta nel 1921, reinsediata nel 1990 dopo la caduta del comunismo sovietico e oggi guidata dal metropolita Macario.

La Chiesa Ortodossa Ucraina del Patriarcato di Kiev è infine un’altra dissidenza, fondata nel 1992 e oggi guidata dal patriarca Filarete.

La decisione presa questo mese dal Patriarca Ecumenico Bartolomeo di Costantinopoli ha riabilitato Filarete, Macario e i fedeli delle loro Chiese, che erano scomunicati. I due gruppi sono così tornati alla piena comunione con il Patriarcato Ecumenico.

Insieme, queste due Chiese hanno circa 14,5 milioni di fedeli e ora devono unirsi in una nuova Chiesa Ortodossa autocefala. Ciò vuol dire che questa nuova realtà diventerà totalmente indipendente dal Patriarcato di Mosca e passerà ad essere riconosciuta da tutta l’ortodossia – con eccezione dello stesso Patriarcato moscovita.

L’attrito tra le Chiese di Russia e Ucraina ha natura politica

Il Presidente russo Vladimir Putin dà al Patriarcato di Mosca un ruolo importante nella sua influenza sull’Ucraina, Paese con cui la Russia è in guerra. L’occupazione della Crimea da parte della Russia nel 2014 ha peggiorato i rapporti già difficili tra i due Paesi. Putin vede nella Chiesa Ortodossa Russa anche un fattore cruciale per l’egemonia culturale della Russia nell’Est europeo, e il Patriarca Kirill è considerato a livello internazionale un importante alleato del Presidente.

Коля Саныч

Dall’altro lato, il Presidente ucraino Petro Poroshenko promuove per ovvi motivi l’indipendenza della Chiesa Ortodossa nel suo Paese. Egli stesso ha rivolto al Patriarca Bartolomeo ad aprile la richiesta di autonomia. Ad agosto, Bartolomeo ha informato Kirill che all’Ucraina stava per essere concessa l’autocefalia, il che ha portato la Chiesa Ortodossa Russa a non menzionare più il nome del Patriarca Ecumenico durante la liturgia.

Nella seconda settimana di ottobre, Bartolomeo ha riunito il sinodo della sua Chiesa e ha ribadito la decisione di concedere l’autocefalia agli ucraini, il che per i russi è particolarmente difficile da accettare perché la culla del cristianesimo russo è proprio Kiev, la capitale dell’Ucraina moderna.

Per ora, quindi, lo scisma è la nuova realtà dei rapporti tra queste Chiese e questi popoli fratelli.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
chiesa ortodossapatriarca bartolomeorussiascismaucraina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni