Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 18 Ottobre |
San Luca
Aleteia logo
home iconSpiritualità
line break icon

Accettare la debolezza va bene, ma amarla?

Pexels

padre Carlos Padilla - pubblicato il 23/10/18

Padre Josef Kentenich mi illumina: “Man mano che invecchiamo e maturiamo, riconosciamo la nostra povertà spirituale, l’indebolimento, la nudità, le nostre mancanze che spesso rasentano ciò che è peccaminoso, i nostri sfoghi temperamentali. Amo la mia piccolezza, il mio essere insignificante. Quello che vale per la mia persona, vale anche per la Famiglia! Quanti limiti ha la Famiglia! Che qualità di persone dovrebbe avere una famiglia con questi obiettivi! Che tipo di santi, di persone che lottano per Dio! Amo le debolezze e le miserie della Famiglia. Cosa ha a che vedere questo con il regno dell’amore? Questo amore per ciò che è insignificante è espressione di un amore eroico, ed è anche un mezzo perché questo amore aumenti. Un’anima sana può amare la sua piccolezza solo quando in lei arde un amore molto forte nei confronti di Dio. Un amore di quel tipo per le nostre limitazioni è uno dei mezzi più eccellenti per incrementare il nostro amore” [1].

Ho bisogno anch’io della conversione per continuare a credere, per amare di più nella debolezza. Per far sì che il sole sorga di nuovo tra le ombre delle mie mancanze.

E il mondo creda di nuovo nella carne ferita dell’uomo in cui Dio diventa luce, presenza, speranza per chi è perduto. Lì dove non tutto è perfetto.

Non smetto di credere. So che l’amore di Dio è più grande dell’odio, che la sua innocenza è più forte della mia impurità e del mio peccato. E so che la sua forza interiore solleva il mio corpo ferito.

Accetto la verità prendendola in mano. Confido nella mia fiducia spezzata. Chiedo perdono. Mi avvicino al ferito. Dio lega le estremità spezzate della mia vita. Gli chiedo misericordia.

Egli crede di nuovo in me, anche se io stesso a volte dubito delle mie forze. Ho bisogno della sua misericordia. Che mi prenda tra le mani e calmi le mie paure e le mie angosce. Che abbracci il debole e baci la sua ferita. Che abbracci chi ha visto infranta la sua fiducia, la cosa più sacra.

Torno ad avere speranza nell’uomo. Confido.

[1] J. Kentenich, Omelia di Natale per le Sorelle di Maria, Schoenstatt, 25 dicembre 1940

  • 1
  • 2
Tags:
amaredebolezza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
2
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
3
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
6
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni