Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Esistono “segreti” cristiani riservati a un’élite di iniziati?

Condividi

L'esoterismo è contrario alla natura del cristianesimo

C’è chi si definisce “cristiano” e pratica l’esoterismo e varie forme di occultismo, ma non è di questo che parleremo in questo articolo. Ci chiederemo invece una cosa: il cristianesimo è una religione esoterica? Esiste una dottrina occulta, all’interno della fede cristiana, riservata a un’élite segreta e iniziata? La risposta è negativa.

Molti sono convinti che il cristianesimo abbia “segreti” in relazione al contenuto religioso, come se ci fosse un “cristianesimo esoterico”.

La verità è che una cosa del genere – una serie di verità dottrinarie nascoste che solo un’élite conoscerebbe – non è mai esistita in passato, né esiste attualmente. È una fantasia di alcuni fans dell’esoterismo, che cercano segreti nascosti in ogni simbolo e dottrina. Questa tendenza è oggi intensificata dall’“esoterismo di massa” della New Age e da romanzi come quelli di Dan Brown, anche se non hanno alcun fondamento reale.

Molti di coloro che si definiscono “cristiani” in realtà non lo sono (non si può credere a Cristo e allo stesso tempo affermare idee opposte al suo messaggio, come la reincarnazione). Per i cristiani, il punto di partenza della fede è l’accettazione di quanto Dio ha rivelato – non di ciò che nasconde. Per i cristiani che credono in Cristo, Dio ha già rivelato tutto ciò che era necessario alla salvezza dell’umanità.

Nel cristianesimo non esistono segreti?

È vero che ogni istituzione ha alcuni segreti relativi a questioni che richiedono prudenza e discrezione. In questo senso, possiamo parlare di sigillo nella Chiesa. Quanto al contenuto religioso, però, il cristianesimo è essoterico (aperto a tutti); è nato e continua a esistere come una religione rivelata per tutti e inviata a tutti, universale (Mt 28, 20 segg.), missionaria e senza segreti.

Il Magistero della Chiesa è composto da documenti pubblici aperti, che chiunque può leggere. Le dichiarazioni e le dottrine ufficiali sono accessibili a tutti. Tutto è pubblicato, in materia di fede e dottrina. Non c’è nulla che debba essere nascosto. L’esoterismo – come atteggiamento spirituale elitista – è contrario alla natura del cristianesimo.

Nel corso della storia sono sorte tendenze che cercavano di unire dottrine gnostiche ed esoteriche al cristianesimo, come lo gnosticismo nei primi secoli dopo Cristo, la nascita in età medievale dell’alchimia e della Cabala e i movimenti occulti del Rinascimento (XVI secolo). Queste tendenze hanno influenzato vari intellettuali e artisti [1].

Il loro obiettivo era inventare un “cristianesimo esoterico” o un “esoterismo cristiano”, e di fatto c’erano – e ci sono – esoteristi che vivono una forma sincronista del cristianesimo. Di conseguenza, simboli e concetti tratti dall’alchimia e dall’esoterismo si possono ritrovare in molte opere letterarie e artistiche, e perfino nelle chiese medievali.

Non c’è mai stata, però, una forma esoterica del cristianesimo, pur essendoci autoproclamati “cristiani” che entrati nell’esoterismo si sono proposti di dare nuovi significati alle verità della fede cristiana, reinterpretandone simboli e dottrine e professando un “esoterismo cristiano”, il che è una contraddizione.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni