Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

10 fatti su San Giovanni Paolo II

SAINT,POPE,JOHN PAUL II
Arturo Mari | Vatican Pool | AFP
Condividi

Conoscete meglio la vita dell'“Apostolo della Misericordia”

Il 22 ottobre si celebra la festa di San Giovanni Paolo II, e per questo presentiamo 10 chiavi per conoscere meglio la vita del Papa pellegrino, chiamato “Apostolo della Misericordia” e uno dei leader più influenti del XX secolo.

1. Era nato in Polonia

Era nato il 18 maggio 1920 a Wadowice, una cittadina a 50 chilometri da Cracovia. Era il più giovane dei tre figli di Karol Wojtyła ed Emilia Kaczorowska. Sua madre è morta nel 1929. Il fratello Edmund, medico, è morto nel 1932, il padre, sottufficiale dell’Esercito, nel 1941. La sorella Olga era morta prima che lui nascesse.

2. Il suo santo patrono era San Carlo (Karol) Borromeo

Pur essendo vissuti in epoche diverse, i due sono uniti dal fatto di avere delle storie simili, che lo stesso Giovanni Paolo II ha sottolineato nella sua udienza del 4 novembre 1981.

La prima somiglianza è il nome. Entrambi, poi, hanno subìto tentativi di assassinio, hanno partecipato a dei concili e amavano i poveri e i malati.

3. Ha battuto record e ha raggiunto conquiste importanti

Papa San Giovanni Paolo II è stato il primo Pontefice non italiano dall’epoca di Adriano VI (1522-1523). È stato anche quello che ha compiuto più viaggi, in 129 Paesi, e che ha realizzato più beatificazioni e canonizzazioni – 1.340 beati e 483 santi. È stato anche il primo a visitare una sinagoga, la Casa Bianca a Washington e Cuba.

4. È stato un grande diplomatico

Durante il suo pontificato, San Giovanni Paolo II ha aumentato il numero di Nazioni con relazioni diplomatiche con la Santa Sede, passando dagli 85 Paesi del 1978 ai 174 del 2003.

Questo include Stati Uniti (prima solo status di delegazione), Unione Europea, Sovrano Ordine Militare di Malta e la maggior parte delle Nazioni dell’ex blocco comunista. Ha anche istituito “relazioni di natura speciale” con la Federazione Russa e l’Organizzazione per la Liberazione della Palestina.

5. Ha istituito la Giornata Mondiale della Gioventù

Il suo amore per i giovani l’ha spinto a istituire nel 1985 la Giornata Mondiale della Gioventù (GMG). Nelle 19 edizioni celebrate nel corso del suo pontifciato, ha riunito milioni di giovani di tutto il mondo.

La sua attenzione nei confronti della famiglia si è manifestata negli Incontri Mondiali delle Famiglie, da lui inaugurati nel 1994.

6. Aveva due dottorati

Nel 1948 ha conseguito il dottorato in Teologia presso la Pontificia Università di San Tommaso d’Aquino con una tesi sul tema della fede nelle opere di San Giovanni della Croce.

Nel 1953 ha conseguito il dottorato in Filosofia presso l’Università Cattolica di Lublino con una tesi intitolata “Valutazione della possibilità di fondare un’etica cattolica sulla base del sistema etico di Max Scheler”.

7. È sopravvissuto a più di un attentato

Il 13 maggio 1981 è stato ferito a colpi di pistola in Piazza San Pietro dal turco Mehmet Al Agca.

Il 12 maggio 1982 a Fatima (Portogallo), dove era giunto per ringraziare per il fatto di essere ancora vivo dopo l’attentato dell’anno precedente, un sacerdote scismatico ha cercato di pugnalarlo con un coltello, ma è stato fermato a pochi metri da lui.

È noto almeno un altro attentato, ad opera di terroristi musulmani che hanno cercato di far esplodere l’aereo su cui viaggiava il Papa nella sua visita nelle Filippine. Le autorità locali hanno bloccato il tentativo.

8. Ha chiesto perdono a nome della Chiesa

Il 12 marzo del 2000 ha chiesto perdono per le mancanze umane commesse dalla Chiesa cattolica in tutta la sua storia, facendo riferimento alla discriminazione nei confronti delle donne, dei poveri e di varie etnie.

Il 15 giugno 2004 ha chiesto perdono per l’Inquisizione, per gli errori commessi al servizio della verità attraverso l’uso di metodi che non avevano nulla a che vedere con il Vangelo.

9. Ha promulgato il Catechismo della Chiesa Cattolica

Ha promulgato il Catechismo Universale della Chiesa Cattolica, frutto del sinodo speciale dei vescovi del 1985 dedicato al Concilio Vaticano II. Ha anche riformato il Codice di Diritto Canonico e il Codice dei Canoni delle Chiese Orientali, e ha riorganizzato la Curia Romana.

Tra i suoi documenti magisteriali figurano 14 encicliche, 15 esortazioni apostoliche, 11 costituzioni apostoliche e 45 lettere apostoliche.

10. La sua beatificazione è stata la più rapida dei tempi moderni

San Giovanni Paolo II è morto il 2 aprile 2005. Il 28 dello stesso mese, Papa Benedetto XVI ha dispensato dal periodo di cinque anni di attesa dopo la morte per avviare la sua causa di beatificazione e canonizzazione.

La causa è stata aperta ufficialmente dal cardinale Camillo Ruini, vicario generale per la diocesi di Roma, il 28 giugno 2005. Papa Benedetto XVI lo ha beatificato il 1° maggio 2011, Papa Francesco lo ha canonizzato insieme a Papa Giovanni XXIII il 27 aprile 2014.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni