Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Come migliorare l’alimentazione dei nostri bambini? partendo dalla colazione!

Condividi

La colazione ha un valore prezioso: ecco perché è così importante. Dopo il digiuno notturno, senza una ricarica, non è possibile affrontare la giornata con la giusta energia

Negli ultimi 10 anni i bambini obesi tra gli 8 e i 9anni sono diminuiti del 13%. È un ottimo risultato, ottenuto grazie a diverse iniziative, prima fra tutte il sistema di sorveglianza dell’Istituto Superiore di Sanità “Okkio alla salute”. Nel contesto di questo progetto, sono state promosse campagne di sensibilizzazione rivolte a diversi segmenti della società: il personale sanitario, le famiglie, la scuola, i media, l’industria.

Sono state attivate delle campagne per la promozione del consumo di frutta con la collaborazione delle scuole, e le industrie alimentari hanno migliorato le qualità nutrizionali dei loro prodotti con il contenimento del contenuto di zuccheri, grassi saturi, sodio, con l’innalzamento del contenuto di fibre e il ridimensionamento delle calorie per porzione dei gelati e delle merendine.

Shutterstock

C’è però ancora molto lavoro da fare: il 23.3% dei bambini è in sovrappeso, il 9.3% è obeso e il 2.1% dei bambini è gravemente obeso. L’8% dei bambini salta la prima colazione e il 33% fa comunque una colazione inadeguata; il 53% dei bambini fa uno spuntino a metà mattina troppo abbondante. Il 20% dei genitori dichiara che i propri figli non consumano quotidianamente frutta e verdura, mentre il 36% dei bambini assume bevande zuccherate o gassate.

Come fare per migliorare lo stato nutrizionale dei nostri bambini? Ecco, a nostro parere, i punti su cui è necessario concentrarsi:

Recuperare l’abitudine familiare a una prima colazione completa.
Sperimentare sia a scuola sia a casa merende varie, dando la preferenza alla frutta, senza però trascurare altre opzioni nutrizionalmente adeguate.
Trasformare il pasto a scuola in un momento di educazione alimentare.
Coinvolgere le istituzioni nel reperire spazi ed opportunità per fare movimento spontaneo ed organizzato.
Valorizzare nuovamente il momento della cena in famiglia come esperienza conviviale positiva (senza necessità di video accesi!).
Famiglie più consapevoli della qualità del cibo, anche attraverso l’impegno delle industrie ad utilizzare etichette sempre più chiare e complete.
Favorire la collaborazione industria/ricercatori per la produzione di alimenti sempre più salutari, tramite la riduzione o l’eliminazione di nutrienti non adeguati.

Chi ben inizia è a metà dell’opera

Dopo il digiuno notturno, senza una ricarica, non è possibile affrontare la giornata con la giusta energia. La colazione rappresenta un pasto irrinunciabile per rendere al meglio mentalmente e fisicamente. Preparare e degustare la colazione permette, inoltre, di dedicarsi del tempo, condividerlo con la famiglia, rispettare i pasti e sentirsi più sazi durante il giorno.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni