Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il metodo migliore mai conosciuto dall’uomo per combattere l’invidia

Condividi

Una pillola di amor proprio

Questa sì che ci serve proprio. Ciascuno di noi è nato con doni e talenti diversi, ma spesso ce ne dimentichiamo. Dimentichiamo che anche se la vita di altre persone sembra essere più emozionante e di successo della nostra, siamo gli artefici del nostro destino. Dio ci aiuta, ci guida, ci orienta ogni giorno, ma bisogna tener presente che una parte enorme del risultato che vogliamo raggiungere è nelle nostre mani.

Amare noi stessi è il primo passo per amare correttamente gli altri. Se la mia autostima è a terra, trasmetto continuamente negatività e non lavoro per cercare di migliorare i miei difetti, chi lo farà per me? Chi mi amerà abbastanza se non mi amo io per prima?

Amare noi stessi ci permette di capire e valorizzare di più le persone che arrivano nella nostra vita, ci trasforma in persone più sicure e fiduciose e ci dà l’incredibile capacità di saperci donare completamente agli altri, consapevoli del posto che ci spetta e dell’amore che meritiamo.

Un’iniezione di apprezzamento per quello che abbiamo

Quando otteniamo qualcosa per cui abbiamo lottato succede una cosa abbastanza curiosa, ovvero che nel momento stesso in cui lo raggiungiamo vogliamo di più. Desideriamo arrivare alla meta successiva, a volte senza godere appieno di quello che abbiamo davanti.

Dovremmo essere più consapevoli e grati per quello che abbiamo. Il significato di “molto” o “poco” nella nostra vita dipenderà sempre da quello a cui ci paragoniamo e dal valore che diamo non solo alle cose materiali, ma anche ai rapporti che costruiamo con gli altri.

Forse per molti gli amici e la famiglia bastano per sentirsi felici, mentre per altri questa idea di felicità può sembrare inconcepibile senza una fortuna materiale. Per voi cos’è sufficiente? Vi sentite per la maggior parte del tempo insoddisfati? Siete grati per quello che avete, per la salute, per i figli, il coniuge, il/la fidanzato/a, gli amici, il lavoro, lo studio? L’invidia è diventata pane quotidiano?

Fateci sapere quali altri modi conoscete per combattere l’invidia. Come compito, sentitevi grati per tutto ciò che avete, per quello che avete raggiunto con sforzo e impegno.

Qui l’originale.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni