Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconChiesa
line break icon

Il Credo di Nicea spiegato parola per parola!

GOD

Michelangelo Buonarroti-PD

Catholic Link - pubblicato il 18/10/18

Quaranta giorni dopo la sua resurrezione è salito al Cielo in modo misterioso, e ora regna in Paradiso come re alla destra del Padre. Crediamo che tornerà nella gloria. È quella che chiamiamo la Seconda Venuta, nella quale saremo tutti giudicati; tutto quello che abbiamo fatto verrà messo a nudo, e la vera giustizia si realizzerà.

Questa seconda venuta porterà al passaggio dei vecchi cieli e della vecchia Terra e all’istituzione del regno eterno di Gesù.

Paragrafo 5 – Lo Spirito Santo

Credo nello Spirito Santo,
che è Signore e dà la vita, e procede
dal Padre e dal Figlio. Con il Padre
e il Figlio è adorato e glorificato, e
ha parlato per mezzo dei profeti.

Crediamo in un unico Dio in tre Persone. La terza Persona della Trinità è lo Spirito Santo, che chiamiamo giustamente Signore e datore della vita. Del resto, Dio ha soffiato vita nel primo uomo. Questo soffio santo di Dio è lo Spirito che dà vita e la sostiene. Egli è glorificato e amato come Dio, insieme al Padre e al Figlio. Crediamo che lo Spirito Santo abbia ispirato i profeti.

La Trinità è il mistero di Dio, difficile da comprendere. Le nostre metafore sono in genere materiali, e per questo sono sempre insufficienti. Dio è spirituale, non materiale. La spiegazione migliore che ho sentito della Santissima Trinità è quella dell’Analogia della Mente di Sant’Agostino. Farò del mio meglio per offrirne una versione semplificata, anche se è tutt’altro che semplice.

Nella nostra mente abbiamo intelletto e volontà. Conosciamo le cose e agiamo liberamente. Quando impariamo o conosciamo le cose, viviamo un procedere dall’intelletto. Quando agiamo liberamente su noi stessi o sul mondo, mettiamo in atto un procedere dalla volontà. Se analogamente applichiamo questa comprensione alla “mente di Dio”, vediamo un procedere dall’intelletto e uno dalla volontà. Dio è perfetto, e quindi questi percorsi devono essere infiniti e perfetti.

Il procedere dall’intelletto, nella mente di Dio, è la perfetta conoscenza che Dio Padre ha di sé. Questa immagine perfetta di Sé è il Figlio. Il Figlio, a sua volta, ama perfettamente il Padre. Dio è amore. Il procedere dalla sua volontà è quindi amore perfetto che deriva come amore condiviso tra il Padre e il Figlio. Questo è lo Spirito Santo. Dobbiamo comunque capire che Egli non procede nel tempo, ed è eterno come il Padre e il Figlio.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
credo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni