Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Non è mai troppo tardi per trovare un senso alla vita

SAD,WOMAN,OCEAN
Shutterstock
Condividi

Amore, sofferenza e vita, tre parole che vanno di pari passo

Le mie amiche ed io abbiamo già raggiunto i 50 anni. Nei nostri incontri al bar, in genere affrontiamo il tema dell’età. Non ci manca l’umorismo per commentare ciò che ci impedisce di vederci e sentirci giovani.

Una con atteggiamento pessimista ci ha però raccontato che ogni giorno pensava con paura e tristezza a come si riduceva il suo tempo sulla Terra, esprimendo dolore per quelle che definiva le sue “ridotte aspettative di vita”. Non si faceva problemi nel dirci che aveva nostalgia del passato, della giovinezza.

Visto che è un’amica molto intima, ho voluto parlare con lei della questione a tu per tu.

Le ho posto 3 domande:

  • Perché vuoi sapere se stai invecchiando?
  • Perché provi nostalgia della giovinezza perduta?
  • Perché si devono invidiare i giovani?

“Ogni età – le ho detto – ha gli aspetti positivi necessari per vivere la vita con senso”. Il nostro passato si è lasciato indietro la giovinezza, e come dice un’espressione della mia terra “Nessuno potrà eliminare ciò che si è cantato e ballato”. Ciò vuol dire che il nostro lavoro, i nostri amori legittimi, la famiglia che abbiamo costruito, gli amici che ci siamo fatti saranno sempre realtà inalterabili.

E soprattutto gli errori riparati e le sofferenze accettate con coraggio. Di quegli errori rettificati e di quelle sofferenze possiamo sentirci orgogliosi, anche se non suscitano alcuna invidia.

Possiamo sicuramente scartare l’idea di scalare l’Everest o di partecipare alle Olimpiadi. Non perdendoci nelle cose mondane, però, possiamo andare avanti nell’avventura di scoprire la verità più profonda della nostra esistenza, aumentando la nostra fede, la nostra speranza e la nostra capacità di amare, ed essendo al contempo sempre più felici.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni