Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 21 Gennaio |
Sant'Agnese
home iconChiesa
line break icon

La strigliata di Papa Francesco ai giovani del Sinodo: date uno scossone!

POPE FRANCIS MEETING YOUTH

Antoine Mekary | ALETEIA

3 ottobre 2018: l'apertura del sinodo dei giovani

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 16/10/18

In una pausa caffè Bergoglio ha "richiamato" i 34 uditori

Sarà per la delicatezza dei tanti temi trattati. Sarà per la riverenza nei confronti dei Padri Sinodali. Sarà anche per quel pizzico (o anche di più) di insicurezza che oggi frena le nuove generazioni. Ma la scossa dai 34 giovani uditori del Sinodo non è ancora arrivata.

E allora è sceso in campo Papa Francesco per strigliarli, come un buon padre, e invitarli ad essere più protagonisti nell’assemblea sinodale. Perché il futuro della Chiesa passa anche attraverso le loro idee.

Il Papa: “Potete applaudire o non applaudire…”

Corina Fiore Mortola Rodríguez, uditrice messicana, insieme agli altri giovani si è ritrovata il Papa durante la “pausa caffè”, fin dalla prima Congregazione generale, durante la quale Francesco ha stretto la mano personalmente a tutti loro.

«Siete venuti qui per dare uno scossone, datelo!», le parole rivolte dal Papa ai giovani e riferite da Corina durante il briefing del 13 ottobre in sala stampa vaticana: «E se trovate qualcosa che non vi piace – ha ammonito Francesco – potete applaudire o non applaudire, ma se siete sicuri che quello che state ascoltando potrà aiutare i giovani, fatevi sentire!» (Agensir, 13 ottobre).


SYNOD

Leggi anche:
Papa Francesco apre il Sinodo dei giovani: lo Spirito ci dia capacità di sognare e sperare

L’uditrice: “Se siamo il futuro vogliamo essere ascoltati”

Un saggio “richiamo” del genere, la stessa Corina lo aveva portato all’attenzione della riunione presinodale di marzo, quando il Papa aveva già sollecitato i giovani al «coraggio di parlare senza vergogna». «Noi ragazzi sappiamo essere critici, dobbiamo imparare a esprimere le nostre idee – aveva aggiunto Corina – In Messico, così come in altri paesi, si dice sempre che i giovani sono il futuro, ma se siamo il futuro vogliamo essere ascoltati, cosa che non accade sempre. Qui alla riunione presinodale possiamo essere ascoltati. Sia che volgiamo mettere su famiglia, che abbiamo una vocazione, laici o religiosi, alla Chiesa chiediamo di ascoltarci» (La Stampa, 20 marzo).




Leggi anche:
Il consiglio di Papa Francesco ai giovani del Sinodo: parlate con i vecchi (VIDEO)

“Non vi scoraggiate”

Dal canto suo Francesco ripete, come un mantra, che è necessario un maggiore protagonismo dei giovani presenti e non. «Continuate a lavorare per il Sinodo e andate sempre avanti, non vi scoraggiate», così si era espresso nel saluto rivolto ai giovani dell’America Latina (Agensir, 13 ottobre).

L’appello “missionario”

«Andate ad annunciare a tutti che Gesù ci ama e che con lui qualsiasi paura sparisce! Realizzate i vostri sogni e lavorate insieme per costruire il vostro avvenire e quello del vostro Paese, cercando sempre il bene gli uni degli altri», aveva detto, invece, in un appello “missionario” ai giovani del del Madagascar.

Niente divano!

E all’inizio del Sinodo aveva ribadito con forza: «Fate voi la vostra strada. Siate giovani in cammino; che guardano orizzonti, non lo specchio. Sempre guardando avanti, in cammino, e non seduti sul divano. Tante volte mi viene da dire questo: un giovane, un ragazzo, una ragazza, che è sul divano, finisce in pensione a 24 anni. E’ brutto, questo!» (Agenpress, 7 ottobre).


WOMAN BEHIND COMPUTER

Leggi anche:
Sinodo: nascono i laboratori digitali. Al via la piattaforma #Giovani&Chiesa

Tags:
papa francescosinodosinodo giovani
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
4
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
DIAKON
Arcidiocesi di San Paolo
Perché un pezzo di Ostia consacrata viene collocato nel calice?
7
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni