Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il Papa parla del peccato dell’élite “che piace tanto a Satana”

POPE FRANCIS
Antoine Mekary | ALETEIA
Condividi

Il Pontefice firma un libro-intervista sull'Ave Maria e ricorda che “Maria non può essere la mamma dei corrotti, perché i corrotti vendono la mamma”

La bellezza di Maria

Il Papa spiega la bellezza di Maria come incompatibile con il concetto mondano del termine. “L’angelo non dice a Maria: ‘Tu sei piena di intelletto, sei intelligente, sei piena di virtù, sei una donna ultrabuona’. No: ‘Sei piena di grazia’, cioè di gratuità, di bellezza. La Madonna è la bella per eccellenza. La bellezza è una delle dimensioni umane che troppo spesso trascuriamo. Parliamo della verità, della bontà e lasciamo da parte la bellezza. Invece è importante quanto le altre. È importante trovare Dio nella bellezza”.

Le madri che fanno di tutto per un figlio

Francesco ricorda anche le volte in cui passava in autobus davanti al carcere di Villa Devoto, a Buenos Aires, per sottolineare che una madre per i figli fa tutto. “C’era la coda delle mamme e le vedevano tutti, queste donne in coda per entrare, per visitare un figlio. Non è difficile immaginare le umiliazioni che deve subire una donna, le perquisizioni… Ma non importa, è per un figlio. Si lasciano calpestare, quello che importa è il figlio. A Maria importava il Figlio. Non i commenti degli altri”.

Il corrotto compie scelte sataniche

Il vescovo di Roma conclude dicendo che “Maria non può essere la mamma dei corrotti, perché i corrotti vendono la mamma, vendono l’appartenenza a una famiglia, a un popolo. Cercano soltanto il proprio profitto, che sia economico, intellettuale, politico, di qualsiasi tipo”.

“Fanno una scelta egoistica, direi satanica: chiudono a chiave la porta dal di dentro. E Maria non riesce a entrare. Per questo l’unica preghiera per i corrotti è che un terremoto li commuova talmente da convincerli che il mondo non è cominciato e non finirà con loro (…). Maria è madre di tutti noi peccatori, dal più al meno santo”.

Francesco si riconosce poi peccatore. “È la realtà. Se dicessi di me di non essere un peccatore, sarei il corrotto più grande”. Il Papa ha chiesto a tutti i cattolici del mondo di recitare il Rosario nel mese di ottobre e di pregare San Michele perché respinga gli attacchi del demonio contro la Chiesa.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni