Aleteia
sabato 24 Ottobre |
Sant'Antonio Maria Claret
News

Nadia Mourad, dall’inferno dell’Isis al Nobel per la pace. E in mezzo il Vaticano

NADIA MURAD

ServizioFotograficoOR/CPP

Paul de Dinechin - pubblicato il 09/10/18

Vittima dei peggiori orrori dello Stato islamico, Nadia Mourad ha ricevuto venerdì scorso, il 5 ottobre, il premio Nobel per la Pace per l’anno 2018. In quello precedente, la giovane aveva incontrato Papa Francesco.

Appena rientrato dall’Egitto, il 3 maggio 2017, Papa Francesco ha riassunto in poche parole il viaggio durante l’udienza generale in Piazza San Pietro. Quel giorno evocò il sangue dei cristiani e i martiri degli attentati che avevano appena dissanguato la Chiesa copta.




Leggi anche:
Un Premio Nobel e Joseph Ratzinger si sono conosciuti in un campo di prigionia

Ma sapeva che in fondo ai gradini del sagrato un’altra martire, non cattolica, l’ascolta con attenzione? Si tratta di Nadia Mourad Basee Taha, una yazida sulla ventina d’anni, anch’ella vittima delle violenze islamiste. Alla fine dell’udienza si avvicina all’uomo in bianco per salutarlo e scambiare qualche parola con lui.

Sapeva poi, come alcuni si augurano, che la giovane fosse già in odore di Nobel per la pace? Quando fu giunta all’altezza del Capo della Chiesa cattolica, un intermediario la presenta: «Santo Padre, ecco Nadia, ambasciatrice Onu contro la droga e la tratta degli esseri umani». Un anno dopo, eccola ricompensata dal comitato norvegese che riconosce la sua lotta per mettere fine alle violenze sessuali, che ella denuncia essere devastanti quanto le armi belliche più potenti.

Il lungo calvario di una schiava sessuale

Nadia Mourad ha oggi 26 anni, ma ha già conosciuto le peggiori atrocità che si possano immaginare. Questa yazida irachena è passata per le grinfie degli islamisti, che l’hanno schiavizzata nelle peggiori condizioni: una schiavitù sessuale al capriccio dei guerriglieri del gruppo jihadista dello Stato islamico e dei loro amici.


BOIA ISIS

Leggi anche:
Ex boia dello Stato Islamico: in Cristo e nel Vangelo ho trovato la pace

Vittima di ogni sorta di abusi, la giovane donna è stata trascinata di proprietario in proprietario. Quando il suo calvario sembrò essere giunto al termine la giovane donna curda è riuscita a liberarsi e a fuggire a gambe levate.

Da allora, le Nazioni Unite ne hanno fatto un’icona della scelta di lottare contro lo schiavismo. La sua storia dolorosa, spiega ella stessa, è un’arma efficace per lottare contro il terrorismo. «Ho tutta l’intenzione di servirmene fino a che quei criminali siano tradotti in giustizia», aveva scritto in un’opera pubblicata con la ferma volontà di essere l’ultima ragazza al mondo a dover raccontare una simile storia.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
isisnobel per la paceschiavitù
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Gelsomino Del Guercio
6 frasi di Papa Francesco sulle persone omose...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa su coppie gay: serve una "legge di co...
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni