Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Claudia Koll e la devozione alla Madonna: Maria è la mia mamma, la abbraccio e la cerco

CLAUDIA KOLL
Condividi

Appena nata l'attrice viene affidata alla Madonna del Rosario da sua mamma. Poi vive un'esistenza lontana da Dio e dalla Chiesa fino a quando, un giorno, la Madonna del Rosario torna da lei...

Sono stata al capezzale di mio padre, Maria mi ha dato la forza di restare

Il dolore, la sofferenza fisica e spirituale di chi abbiamo vicino è una pena intollerabile da sopportare. Quante volte ci pentiamo dopo aver perso una persona cara di non avere avuto il coraggio di restarle accanto nella prova della malattia e in quella della morte? Quel coraggio, quella forza, da soli non possiamo sforzarci di ottenerla ma dobbiamo mendicarla a Dio, chiedere a Maria di intercedere per noi.

“Io sono stata al capezzale di papà e a un certo punto, a vederlo soffrire così tanto, veniva da fuggire, ma non era possibile, non lo potevo lasciare perché quello era il momento in cui aveva più bisogno spiritualmente della preghiera. Ho chiesto a Maria la forza e non ho smesso di pregare il Rosario, proprio perché chiedevo a Maria la forza di “restare” e di aiutare papà. Questo per dire che è solo Maria che ci aiuta, intercede per noi, ci dona il Signore, lo Spirito Santo”. (Maria con te)

A Siracusa con i senza tetto dalla Madonna delle lacrime

Con la sua associazione Claudia Koll ha costruito case per bimbi malnutriti, scuole materne, centri per la cura dei disabili in Burundi, Congo e Madagascar. In Italia la onlus lavora per i senza fissa dimora e a Roma attraverso la diocesi offre a più di 300 persone al giorno un servizio di docce e lavanderia presso la parrocchia di Santa Felicita. A breve Claudia partirà con un gruppo di senza tetto per un pellegrinaggio al santuario della Madonna delle lacrime di Siracusa.

“Queste persone piangono, soffrono e spesso la gente è indifferente di fronte alle loro lacrime e, siccome ne ho raccolte tante, abbiamo pensato di portarle a Maria. Lei è madre di tutti e madre della Chiesa ed è chiaro che è la corsia preferenziale per camminare nella volontà di Dio, protetti dal suo amore e dalla sua intercessione”. (Ibidem)

Una testimonianza semplice, piena di luce, bellezza, redenzione, di una donna che dopo tanto girovagare, perdersi, illudersi è tornata a Casa e ha trovato un senso a tutto, anche alle lacrime, che -come ha ripetuto in più occasione Papa Francesco – ci preparano a vedere Gesù.

 

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni