Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Perché San Paolo viene rappresentato con una spada in mano?

SAINT PAUL
Renata Sedmakova | Shutterstock
Condividi

Era un fiero guerriero o qualcosa del genere?

San Paolo armato di spada è una delle rappresentazioni più comuni a livello di statue o dipinti nelle chiese cattoliche di tutto il mondo. È un’immagine interessante, perché a prima vista potrebbe sembrare che Paolo fosse una sorta di grande guerriero.

Era un guerriero, sì, ma non in battaglie fisiche.

San Paolo viene spesso rappresentato con una spada per due motivi principali. Il primo è il fatto che il santo è ben noto per la sua Lettera agli Efesini, in cui descrive l’“armatura di Dio”. Usa l’armatura in genere indossata da un soldato romano per descrivere un’armatura spirituale che prepara il cristiano a “resistere alle insidie del diavolo. La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti” (Efesini 6, 11-12).

Qualche versetto dopo scrive: “Prendete anche… la spada dello Spirito, cioè la parola di Dio” (Efesini 6, 17).

L’autore della Lettera agli Ebrei, secondo la tradizione San Paolo, usa un’analogia simile e spiega perché la Parola di Dio è collegata a una spada: “La parola di Dio è viva, efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio; essa penetra fino al punto di divisione dell’anima e dello spirito, delle giunture e delle midolla e scruta i sentimenti e i pensieri del cuore” (Ebrei 4, 12).

Per questo motivo, San Paolo viene spesso ritratto con una spada e anche con in mano un libro, la “parola di Dio”, effettuando un collegamento artistico con questi passi della Scrittura.

Il secondo motivo per il quale San Paolo ha spesso una spada è per via di una lunga tradizione consistente nel rappresentare i santi martiri con lo strumento della loro morte. Visto che Paolo era cittadino romano, non poteva essere crocifisso. Venne infatti decapitato con una spada fuori dalle mura di Roma.

E allora, se San Paolo può non essere stato un fiero guerriero, era un “soldato di Dio”, che ha combattuto coraggiosamente per diffondere il Regno di Dio sulla Terra.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni