Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il Sinodo sui giovani va avanti nonostante il “fallimento” di alcuni sacerdoti pederasti

SYNOD
Antoine Mekary | ALETEIA | I.Media
Condividi

Dal Vaticano, il cardinal Baldisseri mitiga le polemiche per la dichiarazione dell'arcivescovo statunitense che chiedeva al Papa di cancellare il Sinodo e conferma la partecipazione storica di due vescovi cinesi

“I giovani sono molto più intelligenti e aperti, al bene e al male, capiranno e capiscono: certo che gli scandali che sono avvenuti nella Chiesa in questo tempo colpiscono la mente e il cuore e l’immaginario, ma credo che sono aperti a capire la fragilità umana, loro stessi cadono e si alzano”, ha affermato il cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario del Sinodo dei vescovi, durante la conferenza stampa di presentazione in Vaticano dell’evento sulla vocazione e i giovani (3-28 ottobre 2018).

La Chiesa “santa e peccatrice” non è rappresentata solo da alcuni chierici che sbagliano. Il segretario del Sinodo ha sottolineato che l’evento è un’occasione per mettere alla prova la Chiesa rappresentata da 267 padri sinodali che nelle prossime ore giungeranno a Roma dai cinque continenti per dare una “testimonianza”. Tra questi, 181 sono stati scelti dalle rispettive Conferenze Episcopali, 40 sono stati nominati da Francesco.

Baldisseri ha quindi confermato che il Sinodo è un’“opportunità provvidenziale” di incontro tra il Papa e i vescovi per far conoscere la Chiesa nella sua interezza e non solo dai titoli sui mezzi di comunicazione che denunciano rappresentanti del clero “che hanno fallito o hanno dato scandalo”. Si tratta di un’“un’alternativa per poter spiegare e far capire ai giovani e agli adulti quello che è la Chiesa”.

“Il tema dei giovani è certamente oggi una ‘sfida’, come del resto lo fu quello della famiglia. E la Chiesa non ha paura di affrontare le sfide, che sono sempre difficili e insidiose. Non le teme perché è sicura che la forza spirituale e umana le viene dallo Spirito Santo, che ispira e sostiene i suoi Pastori e il suo gregge, con a capo colui che ha ministero di confermare i fratelli”, ha spiegato Baldisseri.

Nel suo viaggio nei Paesi baltici, Francesco ha indicato che i giovani si allontanano dal cuore della Chiesa stanchi degli scandali economici e sessuali, e ha aggiunto che vogliono coerenza. “I giovani si scandalizzano dell’ipocrisia dei grandi. Si scandalizzano delle guerre, si scandalizzano dell’incoerenza, si scandalizzano della corruzione. E in questo della corruzione entra [la questione] degli abusi sessuali” (conferenza stampa durante il volo di ritorno dall’Estonia, 25 settembre 2018).

SYNOD
Antoine Mekary | ALETEIA | I.Media

Interpellato dalla stampa, il segretario generale del Sinodo ha sostenuto che il Vaticano non prepara “sanzioni” contro “due o tre” presuli che non assisteranno al Sinodo. Il cardinal Baldisseri ha sfatato l’idea dell’opposizione al Sinodo, affermando che si tratta di assenze giustificate per motivi pastorali.

In particolare, è stato segnalato il caso dell’arcivescovo di Newark, il cardinale Joseph Tobin, che ha annunciato che non assisterà al Sinodo per via dei suoi doveri pastorali nell’arcidiocesi, colpita dalla crisi degli abusi sessuali relativi alla Chiesa negli Stati Uniti. “Dopo le rivelazioni dell’estate scorsa non potrei assentarmi per un mese dalla nostra arcidiocesi e da voi, le persone affidate alla mia cura”, ha affermato il cardinale Tobin in un comunicato del 21 settembre.

La diocesi guidata dal porporato è nell’occhio del ciclone per la questione degli abusi. A giugno è stato rivelato che l’arcivescovo emerito Theodore McCarrick, ex membro di Newark, era stato accusato di aver abusato sessualmente di un adolescente negli anni Settanta.

Il cardinal Baldisseri ha sostenuto con veemenza che non esiste un’opposizione al Sinodo convocato da Papa Francesco e che la partecipazione, l’organizzazione e lo sviluppo dell’evento vanno avanti come programmato.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni