Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 26 Novembre |
Beato Giacomo Alberione
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Le lacrime fanno bene: e chi non piange mai?

Shutterstock

Silvia Lucchetti - pubblicato il 26/09/18

Ci sono lacrime e lacrime

Alcuni studi, riportati nell’articolo, hanno evidenziato che le lacrime emotive sono chimicamente diverse da quelle che si versano quando ad esempio si tagliano le cipolle.

Shutterstock

Quelle emotive infatti hanno un maggior contenuto di proteine che le rende più viscose ed aderenti alla pelle, scendendo sulla faccia più lentamente e rendendosi così meglio visibili allo sguardo altrui. Le lacrime evidenziano anche agli altri che siamo vulnerabili, e la vulnerabilità è fondamentale per promuovere la connessione umana. Essere capaci di pianto emotivo, afferma l’articolo di State of mind, ed in grado di rispondere ad esso, rappresenta una dotazione estremamente rilevante per l’essere umano.

SHutterstock

L’identikit di chi non piange mai

Ma se le lacrime sono così importanti per stabilire legami con gli altri, le persone che non piangono mai o quasi sono meno connesse socialmente? I primi studi al riguardo, condotti in Germania dallo psicologo Cord Benecke hanno evidenziato come i soggetti con “gli occhi asciutti” hanno la tendenza ad isolarsi e sperimentano più sentimenti aggressivi negativi come collera, rancore e disgusto rispetto a quelli capaci di piangere. Il campione di no-crying più numeroso raccolto da Trimble servirà a confermare queste prime osservazioni.

Il pianto è liberatorio?

L’articolo fa cenno al fatto che sono state effettuate anche ricerche sul supposto effetto di sollievo attivato dal pianto emotivo, sottoponendo un certo numero di volontari alla visione di un filmato molto triste. Si è rilevato come nel breve periodo non ci si senta bene dopo il pianto, ma già dopo un’ora e mezza i soggetti evidenziavano uno stato d’animo migliore rispetto a quello che avevano prima della proiezione.

Le lacrime di coccodrillo

E le cosiddette lacrime di “coccodrillo”? Si impara presto quale potente effetto il pianto ha sulle persone, e quindi quanto esse siano manipolabili con questo strumento sempre a portata di mano, anzi di occhio. Lacrime conciliatorie sono versate molto frequentemente nelle liti fra innamorati per neutralizzare la rabbia di chi è alterato, e quando uno dei due si sente in colpa e cerca il perdono dell’altro.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
lacrime
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni