Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Volete divertirvi e avere fede? Non conoscete padre Christopher Ortega?

OJCIEC CHRISTOPHER ORTEGA
Benjamin Galland (h2o creative group)
Condividi

Al crocevia tra religione e cultura pop, questo sacerdote ha a cuore il fatto di essere nel mondo ma non del mondo

Padre Christopher Ortega è vicario parrocchiale della parrocchia di Santa Teresa d’Avila di Albany, in Georgia (Stati Uniti), ma la sua fama valica ampiamente i confini della parrocchia, essendo un noto blogger e ospite di Casual Conversations.

Ama il fitness, viaggiare e la cultura pop, e i suoi fans seguono le sue avventure su Instagram, Facebook e Twitter.

Gli abbiamo chiesto di raccontarci qualcosa di sé – storia, missione e vita. Ecco qualche estratto della nostra conversazione.

Alcuni la descriverebbero come un “prete fricchettone”. Che ne pensa?

Un prete fricchettone? Penso di esserlo (ride). Sono un sacerdote, ma questo non cambia la mia personalità. Come sacerdote, e soprattutto come sacerdote diocesano, devo essere NEL mondo ma non DEL mondo.

Come sacerdote diocesano, devo avere un piede nel mondo e camminare con la gente mentre l’altro piede è radicato nella vita spirituale con la Chiesa e Gesù. Voglio mostrare che si può essere nel mondo ma non del mondo, ed è fondamentalmente questo il mio background. Mi diverto, ma voglio essere certo di avere degli obiettivi precisi.

Pensa che usare la cultura pop e i social media possa essere una forma di Nuova Evangelizzazione?

Decisamente sì. Qualche anno fa è uscito un libro intitolato The Church and New Media (La Chiesa e i Nuovi Media), di Brandon Vogt, e si diceva che blog, YouTube e podcast sono la nuova frontiera… Al giorno d’oggi sono il punto di riferimento della gente. È un modo per essere pionieri con l’evangelizzazione – per proclamare e affermare Cristo in questo settore.

Come le è venuto in mente di condividere la Parola di Dio attraverso Internet?

È successo… È uscito fuori Instagram, e poi Twitter. Ho pensato: “OK, potrebbe essere divertente”. Ho iniziato a condividere con la mia famiglia e un paio di amici, e a poco a poco loro hanno condiviso con altre persone di Chiesa e con i loro amici.

Non era niente di diverso, solo cose divertenti, e tuttavia… Stavo facendo quello che farei da cristiano normale. Amo Dio. Amo anche parlare ai giovani di Dio e far capire loro qualcosa di bello.

Quando ero adolescente, avevo difficoltà a capire perché le persone sembravano annoiate quando parlavano di Dio. Le ascoltavo e mi chiedevo: “Perché non ti entusiasmi? Dio è potente, Dio ci ama!” Penso che sia questo che mi motiva quando parlo della fede. Voglio che la gente sappia che è importante e che ci si può divertire e al contempo crescere nella fede.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.