Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 22 Settembre |
San Maurizio
home iconChiesa
line break icon

I 7 peccati dell’evangelizzatore cattolico (tranquilli, per tutti c’è un antidoto!)

Catholic Link - pubblicato il 19/09/18

2. Essere incostanti nei progetti

Un altro classico cattolico. Nei miei anni di pastorale giovanile e ora da religioso, ho visto molti progetti ottimi nascere ma poi non andare avanti per mancanza di costanza. Cos’è successo? Si può trattare di noia, incostanza, pigrizia… Chiedetevi una cosa: avete intrapreso questa azione apostolica per voi o per comunicare Gesù?

Non è vero che “non fa niente” lasciarla esaurire. Se sapete di essere incostanti, o chiedete aiuto o non intraprendete il progetto. A volte con questo atteggiamento scoraggiate più di una persona. L’incostanza è un male che dobbiamo guarire nella nostra Chiesa.

Cosa si può fare? Pregare di più e programmare un percorso. Pregare di più perché la vostra unione con Dio cresca e siate consapevoli che è Lui che servite; programmare un percorso vi aiuterà a stabilire mete a breve e a lungo termine, a raggiungere gli obiettivi, coordinare il necessario, chiedere aiuto…

3. Essere poco professionali

“Non ho avuto tempo”, “Non è poi così importante”, “Solo se è per i bambini della parrocchia” sono frasi che spesso sentiamo dire ad alcuni agenti pastorali. Tenete conto, però, del fatto che ogni azione evangelizzatrice, per quanto piccola, è importante per costruire il Regno di Cristo sulla Terra.

Non è indifferente se pianifichiamo o meno una catechesi, se prepariamo o no un ritiro, se ci impegniamo o meno nel video di fine anno. Ogni piccola azione dev’essere svolta con cura e professionalità. Gesù merita che utilizziamo gli spazi migliori, gli strumenti migliori e le risorse disponibili per comunicare al mondo la sua Buona Novella. Ciò richiede preparazione, pianificazione, programmazione degli obiettivi, percorso da seguire, tempi stabiliti… Cercare di far bene le cose è anche cercare di amare meglio.

Cosa si può fare? Pianificare, essere fedeli nel poco. La pianificazione aiuta ad avere le idee chiare e a prendere buone decisioni. Gesù parla dell’amministratore scaltro, e in un altro passo cita la parabola dei talenti per mostrare chi si sforza di portare frutto e chi invece si conforma alle piccole cose. Se avete poco, date quel poco che avete. Se avete molto, mettetelo al servizio di Dio, ma non diamogli le briciole, perché “Cristo non chiede nulla e dà tutto” (Benedetto XVI).

4. Avere mete molto limitate

Questo aspetto è legato ai tre punti precedenti, ma ha una sfumatura diversa. Le piccole mete ci fanno guardare a breve distanza e agire in momenti di fervore che si dissipano col passare delle ore. Gesù è venuto a comunicarci la sua vita, e questo è molto più di un grande ideale, è una vita che ci porta amore, che ci invita alla riconciliazione, al perdono, all’unità.

Abbiamo tra le mani cose grandi. Gesù aveva un “progetto” gigantesco, salvare l’umanità intera dal peccato. E noi? Quali mete apostoliche abbiamo? Pensare in grande, proiettarsi in grande, intraprendere azioni che abbiano un impatto sociale enorme… tutto questo è frutto di un cuore innamorato, che cerca di far sì che il tesoro che ha trovato sia conosciuto da molte altre persone.

Cosa si può fare se si hanno mete limitate? Ampliare i propri orizzonti, mettere Cristo al centro, sognare in grande, lasciarsi sorprendere. Sono tutti ingredienti necessari all’evangelizzazione.

Non abbiate paura di puntare in alto, al cielo. Lasciatevi guidare dai pastori della Chiesa, chiedete aiuto, non procedete da soli, ma sognate in grande. Sognate un mondo intero per Cristo!

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
evangelizzazionepeccati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni