Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 18 Aprile |
Beata Savina Petrilli
home iconChiesa
line break icon

I 7 peccati dell’evangelizzatore cattolico (tranquilli, per tutti c’è un antidoto!)

Catholic Link - pubblicato il 19/09/18

di padre Edgar Henríquez Carrasco

Nella comunicazione c’è un principio che dice “Tutto comunica e tutti comunichiamo”. Questa frase assume grande importanza quando parliamo di comunicare Cristo nel mondo. Come stiamo evangelizzando? Comunichiamo Lui o cerchiamo di comunicare noi stessi? Queste e altre domande troveranno risposta se analizzate la vostra azione apostolica e siete sinceri con voi stessi.

Fermatevi un momento e riflettete su quello che state facendo, sulle vostre responsabilità pastorali, sulla motivazione di fondo delle vostre azioni. Se Cristo è il centro della vostra vita, il vostro modello e l’esempio da seguire, sarete certi di essere sulla strada giusta. In caso contrario, vi invito a cercare la radice del problema e a predisporre i mezzi per risolverlo. Ecco 7 peccati che possono commettere gli evangelizzatori cattolici. Forse ne state commettendo uno, ma niente paura! Tutti si possono sanare in un modo o nell’altro.

1. Mettersi al centro del messaggio

È un pericolo reale e il più comune di tutti. La tentazione è comunicare se stessi anziché comunicare Cristo. Come si manifiesta? Quando parliamo molto di noi, quando cerchiamo l’applauso del mondo, quando permettiamo che le parole “fama” e “successo” entrino nella nostra vita come una priorità…

Iniziamo dalle piccole cose: “Mi piace”, commenti, immagini personali sulle reti apostoliche, ecc., fino a opacizzare a poco a poco il messaggio di Gesù. E cosa succede quando assumiamo questo atteggiamento? Comunichiamo una Chiesa molto umana e un Cristo assai imperfetto riflesso nei nostri atteggiamenti e nelle nostre foto e parole (che sono molto personali). “Ritagliamo” l’annuncio del Vangelo e lo riduciamo alla nostra persona. È come mangiare un piatto di minestra insipida, perché senza Gesù non possiamo far nulla.

Cosa si può fare? Crescere nell’umiltà. Non bisogna dimenticare che è per Cristo che lottate, che è Cristo che comunicate, che è la sua Parola che annunciate, e non voi stessi. Soffermatevi un attimo a pensare alle vostre azioni apostoliche e chiedetevi: “Cosa cerco, comunicare Gesù o me stesso?” Siete ancora in tempo per fare qualcosa per rimediare.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
evangelizzazionepeccati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
6
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni