Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Susanna Tamaro: soffro della sindrome di Asperger, è la prigione in cui vivo

SUSANNA TAMARO
Susanna Tamaro 1995
Condividi

Per la prima volta la scrittrice triestina ha raccontato di convivere fin da piccola con la sindrome di Asperger "la mia invisibile sedia a rotelle"

Come si sopravvive a tutto questo?

Si sopravvive, racconta l’autrice, grazie alle sicurezze sbocciate nei luoghi che sono “casa”, ripetendo azioni che negli anni sono diventate familiari, amiche, in un mondo su sua misura dove ogni cosa è al sicuro:

E che cos’è che mi permette di sopravvivere alla fragilità dei miei giorni? Tutto ciò che è limitato, ripetitivo, stabile. Tutti i mondi in cui quello che accade è chiaro, senza possibilità di fraintendimenti. Praticare arti marziali, osservare le api, suonare il pianoforte, raccogliere quasi ossessivamente vecchie biciclette, passare ore a curarle per il senso di estatica meraviglia che provo davanti alla loro meccanica perfetta. Vivere tra la mia stanza e il giardino, tra lo studio e il frutteto. Vivere circondata da animali — esseri innocenti con i quali non si può non capirsi — e da poche persone che mi accettano come sono. (Ibidem)

Su Facebook pochi giorni fa l’autrice ha scritto:

Mancano ormai pochi giorni all’uscita del mio nuovo libro. Il 20 settembre infatti sarà in libreria e nella principali edicole ‘Il tuo sguardo illumina il mondo’ (Solferino Libri). È un libro nato da quello straordinario sentimento d’amore che è l’amicizia.
“Pierluigi non c’è più, purtroppo, e per ricordarlo e farlo conoscere a sempre più persone, gli ho dedicato questa lunga lettera.”
Non vedo l’ora che possiate leggerlo anche voi per condividere le emozioni che ha dato a me mentre lo scrivevo. (Susanna Tamaro Official)

Noi ci sentiamo di dire solo grazie a Susanna che dalla prigione dell’Asperger con il suo sguardo speciale ha illuminato e liberato la bellezza dei sentimenti nascosti nei nostri cuori.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni