Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Statua di Maria che “piange” negli USA: nessuna causa naturale identificata

VIRGIN
Facebook Our Lady of Guadalupe Hobbs
Condividi

Proseguono le indagini e il discernimento sul possibile miracolo

Il vescovo di Las Cruces (Nuovo Messico, Stati Uniti), monsignor Oscar Cantú, ha affermato che non sono state individuate “cause naturali” per le lacrime apparse su una statua bronzea della Madonna di Guadalupe in una parrocchia della sua diocesi.

In un comunicato recente, il presule ha segnalato che “la prima tappa delle indagini è determinare se il fenomeno possa essere spiegato con cause naturali. Fino a questo momento, non abbiamo identificato cause naturali per l’emissione di liquidi di questa statua”.

Nel maggio di quest’anno, nella parrocchia di Nostra Signora di Guadalupe di Hobbs, la statua della Madonna di Guadalupe avrebbe “pianto”. Il fenomeno si è verificato altre due volte, e vi hanno assistito un sacerdote della parrocchia e vari fedeli.

La diocesi di Las Cruces ha affermato a luglio che dopo un esame si è scoperto che la sostanza che usciva dalla statua era un olio d’oliva profumato.

Monsignor Cantú ha segnalato che “se la causa del fenomeno fosse soprannaturale, dobbiamo discernere se viene da Dio o dal demonio. Ricordo che la Chiesa crede all’esistenza di angeli caduti, che a volte cercano di ingannarci”.

Il processo di indagine diocesana ha incluso interviste con il fabbricante messicano della statua. Secondo il presule, i proprietari dell’impresa hanno affermato che il processo di produzione include alte temperature che sciolgono completamente i modelli di cera intorno ai quali si forma l’immagine, senza lasciare residui che potrebbero aver promosso il fenomeno delle lacrime.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni