Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconStile di vita
line break icon

Se vivete con un malato di Alzheimer, non arrabbiatevi con lui

Shutterstock

Dolors Massot - pubblicato il 14/09/18

In base alla mia esperienza di figlia di un malato di Alzheimer, ecco qualche idea per chi deve combattere contro questa malattia, in prima persona o attraverso una persona cara

A mio padre è stato diagnosticato l’Alzheimer poco più di 11 anni fa. È accaduto per “caso”, perché chi andava alla visita era mia madre. Il medico, però, ha notato qualcosa di strano in mio padre e ha chiesto di rimanere solo con lui per un momento.

Quando è uscito, ci ha chiesto di portarlo urgentemente da uno specialista. È così che è iniziato tutto.

Mio padre e tutta la mia famiglia abbiamo vissuto l’Alzheimer per 7 anni. Dico che lo abbiamo vissuto perché è il malato che è affetto dalla malattia, ma la vita di chi gli sta accanto, se si vive in famiglia, viene influenzata in tutti i sensi.

Bisogna prendere decisioni, adattarsi ai cambiamenti, accettare le difficoltà, negoziare perché tutti collaborino per quanto vogliono e possono… Ma bisogna anche saper riconoscere i limiti.


BABCIA W KAWIARNI

Leggi anche:
Il pellegrinaggio di una madre con l’Alzheimer

Il morbo di Alzheimer mostra la limitazione della natura umana, per quanto alcuni transumanisti parlino della “morte della morte”, ovvero dell’immortalità, nel 2050. Attuamente, quello che la mostra la scienza è che i nostri neuroni e l’organismo umano nel suo insieme invecchiano, e con l’Alzheimer lo fanno in modo irreparabile.

È importante ascoltare i medici ed essere aggiornati sulle novità che appaiono in Medicina, ma credo che sia anche essenziale, soprattutto nel caso di malattie degenerative come l’Alzheimer, IMPARARE A CONVIVERCI, perché è quello che dobbiamo fare nella vita pratica.

Per questo motivo, mi permetto alcune riflessioni che sono semplicemente frutto dell’esperienza della mia famiglia. Ne ho parlato con persone che hanno vissuto o vivono la stessa situazione, e per questo credo che non si tratti di casi isolati né che si parli di eroismo. Anzi, direi che si tratta di “ricette casarecce”.

Eccole:

Se vivete con un malato di Alzheimer, non arrabbiatevi con lui.

Se si tratta di vostro padre o vostra madre e sapete che prima vi capiva quando gli/le spiegavate le cose e vedete che ora fa invece una faccia strana, non vi arrabbiate.

Se vi ha appena chiesto qualcosa, gli/le avete risposto e ve lo domanda di nuovo, non vi arrabbiate.

Se gli/le avete appena cambiato il pannolone perché non riesce più ad arrivare autonomamente al bagno e se l’è fatta sotto di nuovo, non vi arrabbiate.




Leggi anche:
Stop alla ricerca per Alzheimer e Parkinson. Perché investire se è lecito togliere la vita?

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
alzheimermalattia
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni