Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

“Luc, mio fratello”: un libro di Michael Lonsdale che parla al cuore

Condividi

“Luc mon frère” [“Luc, mio fratello”, N.d.T.] è un tête-à-tête postumo e sconvolgente tra Michael Lonsdale e Frère Luc, martire di Tibhirine.

Qualche anno dopo le riprese del film Uomini di Dio, che ripercorre gli ultimi giorni dei monaci di Tibhirine prima del loro rapimento, Michael Lonsdale condivide un tête-à-tête postumo, fraterno e sconvolgente, con fratello Luc, quello di cui ha brillantemente interpretato il ruolo. «È stato necessario che venissero assassinati sette monaci, perché io venissi a conoscenza dell’esistenza di fratello Luc», rivela l’attore con emozione.

Luc mio fratello è un libro che ci parla. Non ci sarà lettore, effettivamente, che non sarà profondamente toccato dall’opera, al punto da sentire nel proprio cuore la chiamata dolce, amorevole e costante del Signore. Un libro che arriverà a carezzare ognuno e rilascerà a tutti una parola d’amore appagante e potente al contempo. Quella di Colui che è presente in ciascuna delle sue pagine: Cristo.

FATHER LUC
Association des écrits des 7 de l’Atlas

Curare e contemplare Dio

Brillante studente di medicina, Paul Dochier preferisce la vita contemplativa ai conforti del mondo. Divenuto monaco, preferisce le montagne del Maghreb e la terra islamica, scoperte durante il servizio militare, alla Francia cristiana. Sceglie di prendere il nome di Luca, l’Evangelista che – secondo la tradizione – era medico.

Si unisce alla comunità di Tibhirine dopo la guerra. Conficcato tra le montagne dell’Atlante, in Algeria, il monastero di Tibhirine dipende dall’abbazia cistercense di Aiguebelle, dove fratello Luc ha pronunciato i propri voti nel 1941. Avrebbe corrisposto per tutta la vita alla sua duplice vocazione: quella di curare i malati e quella di contemplare Dio. Il suo dispensario, dal quale prodiga gratuitamente cure alla popolazione locale, sarebbe divenuto la missione principale del monastero. Scrive fratello Luc :

Situato al centro di una popolazione miserabile, il gesto di occuparsi di quanti sono malati, di quanti hanno fame, è un gesto evangelico, ecclesiale e che si iscrive in tutta la tradizione monastica.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.