Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Stile di vita

L'ultima tendenza sulle reti sociali: cos'è il “body shaming”?

Javier Fiz Pérez - pubblicato il 12/09/18

Il fenomeno non riguarda solo le persone famose

Body shaming è un’espressione che potrebbe essere tradotta come “vergogna del proprio corpo”. Si tratta di una condotta che consiste nel criticare i difetti fisici delle persone con commenti che possono ferire chi li riceve.

Questa tendenza è nata tempo fa nel mondo delle celebrità, delle attrici e atlete famose, che attraverso le loro reti sociali venivano giudicate dai loro followers quando prendevano peso o venivano fotografate con inquadrature poco favorevoli, sottolineando quello che molta gente considerava un “difetto”. Sorgevano così gli attacchi verbali come “grassa”, “balena”, “pozzo di cellulite”, tra i tanti altri commenti poco rispettosi.

Una delle tante conseguenze del body shaming è il desiderio di voler cambiare certe parti del corpo che non ci piacciono o ci rendono insicuri dopo aver ascoltato le opinioni altrui.

E voi, accettate il vostro corpo o insistete per cambiarlo?

La pubblicità, le tendenze e la moda esercitano la propria influenza e ci vendono l’idea che il nostro obiettivo debba essere quello di perseguire il corpo perfetto e di valorizzare il nostro fisico, non il modo di essere o il comportamento.

Sappiamo, però, che il nostro bene più grande è dentro di noi. Se ne siamo certi saremo meno vulnerabili a qualsiasi critica e alla percezione che abbiamo di noi stessi.

Il fatto è che qualsiasi persona può subire body shaming da parte dei propri amici sulle reti sociali, essendo obiettivo di critiche, aggressioni e scherzi di cattivo gusto. Le donne sovrappeso o con una massa muscolare maggiore, così come chi infrange le regole della bellezza (essere magra e in forma), sono le vittime principali di questo fenomeno irrispettoso.

Avere un corpo perfetto è un’utopia. Se ci concentriamo su questa aspettativa irreale, la cosa più probabile è vivere una frustrazione costante e finire per avere seri problemi emotivi.

Dall’altro lato, se accettiamo che tutte le persone hanno virtù e difetti – a livello sia fisico che psicologico –, riusciremo a stare in pace con noi stessi. L’accettazione di qualsiasi condizione fisica ci fa bene, e in questo modo riusciremo a offrire una versione positiva – e reale – di noi stessi a chi ci circonda.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
reti sociali
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni