Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
Spiritualità

Una riflessione sul silenzio contro le ossessioni e i fantasmi del cuore

BOCCA, PARLARE, RAGAZZA

Shutterstock

Il Cattolico - pubblicato il 05/09/18

Questa riflessione sul Silenzio e sul suo valore biblico psicologico è nata per coloro che affrontano una vocazione religiosa ed in modo particolare monastico.

Tuttavia la maggioranza delle indicazioni, pur nella differenza vocazionale, come insegnerebbe S. Francesco di Sales, è ottima anche per lo stato di vita laicale e coniugale.

Il Silenzio, infatti, ha un enorme valore nella vita del credente.

Apre alla verità di Sè, alla conversione, all’adorazione e aiuta a zittire tutte quelle voci e quelle dissonanze che impediscono un serio cammino di santificazione.

Mai come in questi tempi c’è bisogno di silenzio. Silenzio dalle immagini, dalle distrazioni, dal gossip, dal chiacchiericcio esteriore ed interiore. Silenzio dei fantasmi e delle paure.

Spazio dunque all’unica voce che è degna di essere ascoltata, quella di Cristo, sposo di ciascuno e della Chiesa.



Introduzione

Il silenzio è gravido di Creazione e della Nuova Creazione, da sempre pensata e voluta. Il silenzio prepara alla Venuta del Cristo ed alla Cristificazione.

Non nella sinfonia e nel clamore è avvenuto il concepimento nel seno di Maria.

Parimenti l’anima che ben si dispone al “Silenzio di Maria” è pronta a produrre il Suono del Verbo. Nella Carne e per la Carne. Propria ed altrui.

L’anima che cerca Dio è chiamata a fare il salto vero di uscire fuori da se stessa, solo così si ritroverà. 

L’esitazione è una grande nemica, perché spesso non è frutto di prudenza ma di poco amore e di poca fiducia.

Dio ci attende con slancio generoso; Egli ha dato tutto e chiede tutto, quel tutto che noi possiamo.

Se ti tenta l’abisso, domanda al Signore di circondarti di solitudine, di immergerti nel silenzio da Lui abitato, colmato, dove Egli si manifesta. Da parte tua, cerca di vivere così.

Per quanto possibile, nella puntuale obbedienza e nella carità perfetta, cercherai di evitare quattro cose, che sono il maggior ostacolo al silenzio interiore e che impediscono l’abituale contemplazione:

il mormorare interiore; le critiche interne; le ossessioni/fantasmi; la preoccupazione di sé.

Superati questi ostacoli, la Cristificazione è più radicale.

1 – Soffocare il mormorio interiore

L’anima creata e ricreata con il Battesimo è stata avvolta da un silenzio che è pudore e creazione.

Il Silenzio è musica, è danza estetica in cui Dio colma l’anima vergine della Sua presenza.

Man mano il mondo vi irrompe con il suo “rumore” e con il suo mormorio.. cercando di soffocare la voce di Dio. Ecco perché urge un ritorno al Silenzio Battesimale.

La disciplina del Silenzio compie, congiuntamente alla Grazia, quello che i sedimenti del tempo hanno accumulato sulla nostra anima confusa, obnubilata, disturbata dal rumore esterno ed interno.

Porre le condizioni esterne del Silenzio sono le prime condizioni per un silenzio interno che spegne la fuga da sé e fa ritornare alla consapevolezza battesimale con un cuore da adulti e da bambini allo stesso tempo. Ecco perché Gesù ci dice “se non ritornerete come bambini..” non parla di ritornare infantili, ma bambini.

a. Il Mormorio dei ricordi.

Il peccato originale ci ha ferito al punto tale da cristallizzarci sul ricordo del male. Non solo ciò è controproducente ai fini di una crescita ma ci fa perdere una quantità smisurata di tempo ed energia.

Il male è un “nulla”: perché ricordarsene? Occorre pensare solo alla grazia che ci ha salvato, alla Sua eterna giovinezza e fioritura. Dio ha distrutto tutto: Lui non fa collezione di “nulla”!

Serbare per Lui un cuore finalmente contrito, pacifico e tenero: questa è la compunzione.

Altro aspetto significativo è la desatellizzazione dai ricordi. Siamo ancorati come amebe ai ricordi, mentre essi vanno totalmente ridimensionati in Dio. Quel tale ci ha fatto così… mio padre era inesistente.. mia madre mi ha abbandonato.. quel compagno/a mi ha tradito… quei compagni di scuola mi hanno preso in giro… lo stato mi ha tolto tutto…

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
spiritualità
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni