Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 24 Luglio |
San Charbel
home iconStile di vita
line break icon

Perché il dominio di sé cristiano non è autoaiuto

YOUNG,MAN,PRAYING

Ben White | CC0

padre Robert McTeigue, SJ - pubblicato il 30/08/18

Sembra sgradevole, ma dobbiamo imparare davvero a “disperare di noi stessi”

“Ho trascorso i primi 35 anni della mia vita religiosa pianificando cosa avrei fatto per Dio, e i successivi 35 imparando a permettere a Dio di fare di me ciò che voleva”. Lo ha detto un gesuita che per me è un eroe e che è ormai con Dio. Negli ultimi cinque anni della sua vita è stato cieco, debole e non in grado di lavorare. Gli avevo chiesto come trascorresse le sue giornate: “Oh, mi siedo nella mia camera e ripercorro la mia vita, e ne assaporo le grazie. È un modo splendido di passare il tempo”. Che uomo saggio e generoso! Cosa può insegnarci?

Parlando dell’autodisciplina come via per raggiungere la libertà spirituale, trovo molto utile usare il libro di padre Basil W. Maturin Christian Self-Mastery. Non si tratta, però, di una sorta di autoaiuto, con un’enfasi su se stessi piuttosto che su Cristo. Ovviamente, credere di essere autosufficienti è nella migliore delle ipotesi il massimo dell’ingenuità, nella peggiore un’enorme delusione di cui si è colpevoli.

Nella vita spirituale non c’è progresso senza grazia. L’iniziativa è sempre di Dio, non dell’uomo. Siamo chiamati a rispondere a quello che Dio ha avviato in noi. Quando un gesuita pronuncia i suoi primi voti, conclude dicendo “…e come tu mi hai dato liberamente il desiderio di compiere questa offerta, possa tu garantirmi la grazia abbondante per realizzarla”. Questa preghiera non è proprietà particolare dei Gesuiti, ma un elemento fondamentale della vita cristiana.

Vogliamo evitare di fare quello che si racconta di Benjamin Franklin. Si dice che quando aveva 16 anni decise che avrebbe acquisito delle virtù. Visto che in un anno ci sono 52 settimane, decise che avrebbe acquisito una nuova virtù a settimana, di modo che alla fine dell’anno avrebbe acquisito 52 nuove virtù. Non ha mai indicato se ci sia riuscito o meno.

  • 1
  • 2
Tags:
cristianesimo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
3
MEDJUGORJE
Gelsomino Del Guercio
L’inviato del Papa: l’applauso dopo l’Adorazion...
4
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
7
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni