Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 14 Maggio |
Santa Giuliana da Norwich
home iconStile di vita
line break icon

La più grande bugia sulla maternità

MOM,BABY,VACUUM

Shutterstock

Sarah Robsdotter - pubblicato il 30/08/18

Buona parte della maternità si basa su risultati non misurabili, e e poi ce ne sono altri posti su un piano del tutto diverso...

Una volta ho visto un meme su Facebook che in quel momento, in modo piuttosto doloroso, riassumeva fin troppo bene la mia vita: una madre scarmigliata con bambini con gli occhi annebbiati buttati su di lei con questa didascalia: “Lavorare duro, non ottenere niente…”

Non l’ho condivisa, perché anche se in parte mi ci ritrovavo mi ha anche offesa profondamente – come farebbe qualsiasi bugia.

“Quella madre ha pregato per i suoi figli?”, mi sono chiesta mentre chiudevo l’immagine. “Se lo ha fatto”, ho proseguito nel mio dialogo interiore, “allora ha ottenuto qualcosa – qualcosa di profondo”.

“Quella madre li ha nutriti e allevati, li ha portati al parco, li ha spinti sull’altalena, li ha guardati negli occhi e ha ascoltato i loro sogni?”

Speriamo. O forse ha ignorato i suoi figli per ore mentre mangiavano mais e guardavano programmi televisivi insulsi – scommetto che è quello che stavano facendo i miei mentre mi interrogavo su quel meme.

Indipendentemente dal livello di maternità che stavo incarnando quel giorno, il meme mi ha infastidito, ed ecco perché: non possiamo misurare le grazie che fluiscono attraverso di noi (nel mio caso quelle della maternità) nel modo in cui misuriamo altri risultati. Non riusciamo sempre a vedere la grazia. Non possiamo impilarla nella lavastoviglie, darle un codice in base ai colori o calcolarla su un foglio Excel.

E se potessimo farlo?

Il Catechismo di Baltimora riconosce due tipi di grazia: quella santificante, che è uno stato dell’essere o un’“abitudine che dimora nell’anima; una condivisione della vita di Dio stesso”, e quella – la grazia reale, quella di cui sto parlando – che è un “impulso divino che spinge una persona a compiere atti al di sopra dei suoi poteri naturali, o l’aiuto soprannaturale di Dio che illumina la mente e rafforza la volontà di fare il bene ed evitare il male”.

  • 1
  • 2
Tags:
bugiagraziamaternità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni