Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 09 Marzo |
San Domenico Savio
home iconSpiritualità
line break icon

Come conservare la fede quando la Chiesa è colpita da gravi scandali

SAINT PETER BASILICA

Antoine Mekary | ALETEIA | I.MEDIA

Miguel Pastorino - pubblicato il 30/08/18

O piuttosto: quale Chiesa crediamo? Una cerchia di perfetti o una “immaculata ex maculatis”?

Nel 1969 Joseph Ratzinger, all’epoca teologo, scriveva nel suo Introduzione al Cristianesimoun breve capitolo sulla Chiesa che iniziava con parole che in questi giorni possono suonarci un po’ familiari:

Parliamo pure di quanto ci opprime al giorno d’oggi. Non cerchiamo di nascondercelo; oggi siamo tentati di dire che la Chiesa non è né santa né cattolica […]. La storia della Chiesa è stracolma di esseri umani corrotti. Possiamo comprendere l’orribile visione di Dante, che vedeva innalzarsi nel carro della Chiesa le prostitute di Babilonia, e comprendiamo le terribili parole di Guillaume d’Auvergne (XIII secolo), il quale affermava che dovremmo tremare davanti alla perversione della Chiesa: «La Chiesa non è più una sposa, ma uno spaventoso mostro, deforme e selvaggio».

La cattolicità della Chiesa ci sembra tanto problematica quanto la sua santità. Le fazioni e le lotte hanno lacerato la tunica del Signore, hanno diviso la Chiesa in numerose Chiese che pretendono di essere, in modo più o meno vitale, la sola vera ed unica Chiesa. È questa la ragione per la quale oggi la Chiesa è diventata per molte persone il principale ostacolo alla fede. Non si riesce a scorgere altro, in essa, se non la lotta per il potere umano, il miserabile teatrino di quelli che, con le loro affermazioni, vogliono assolutizzare il cristianesimo ufficiale e paralizzare il vero spirito del cristianesimo.

Egli lo affermava nella maniera più chiara e più dura che si potesse, convinto che non si potessero ricusare quegli argomenti, e che tale percezione fosse basata non solo su solide ragioni, ma anche su cuori affranti e umiliati, che hanno visto le loro attese andare disperse. Ed è a partire da questo, da tale contrasto tra l’opinione che si ha della fede e quella che se ne percepisce concretamente, che ci si domanda: «Perché, malgrado tutto, noi amiamo la Chiesa?».

Chiesa santa?

“Chiesa santa” non significa che ciascuno dei suoi membri sia santo, immacolato. Joseph Ratzinger sostiene che il sogno di una Chiesa immacolata rinasca in tutte le epoche, ma che non trovi spazio nel Credo, e che in realtà quanti più vivamente criticano la Chiesa provengano dal sogno irrealistico di una Chiesa immacolata.

La santità della Chiesa risiede nel potere di santificazione che Dio esercita malgrado il carattere peccatore dell’uomo. Tale santificazione è data da Dio come una grazia, che sussiste a dispetto dell’infedeltà dell’uomo. È l’espressione dell’amore di Dio che non si lascia vincere dall’incapacità dell’uomo, che ma malgrado tutto continua ad essere buono con quest’ultimo, non cessa di accoglierlo proprio in quanto peccatore, si volge verso lui, lo santifica e lo ama.

Proprio perché quanto è gratuito non dipende dal merito dei credenti, la santità della Chiesa è quella di Cristo, non la nostra.

Ma è sempre veramente la santità del Signore che si fa presente qui, ed egli sceglie anche e proprio le mani sporche degli uomini come ricettacolo della sua presenza.

Per Joseph Ratzinger, lo sconcertante connubio della santità di Dio e dell’infedeltà dell’uomo è l’aspetto drammatico della grazia in questo mondo, perché essa rende visibile l’amore gratuito e incondizionato di Dio, che ieri come oggi si siede a mensa con i peccatori.

  • 1
  • 2
Tags:
cammino di santitàchiesaecclesiologiasantitateologia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Lucandrea Massaro
Blasfemia a Sanremo: “Perché mi percuoti?”
2
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
6
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
7
Franciscan Mission of Legnano
Cerith Gardiner
Gustatevi la gioia di questi frati e suore francescani che ballan...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni