Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 18 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconSpiritualità
line break icon

Questa cosa viene da Dio o dalla mia testa?

WOMAN,MASS,CANDLES

The Roman Catholic Archdiocese of Boston | CC BY ND 2.0

Canção Nova - pubblicato il 27/08/18

Coltivare l’amicizia con il Signore

Per interpretare correttamente il linguaggio di Dio, è importante innanzitutto liberarci dai nostri preconcetti tendenziosi, essere liberi di accettare ciò che non è piacevole, le esortazioni e la direzione che Egli vuole dare alla nostra vita.

Un altro aspetto rilevante è coltivare un’amicizia intima con il Signore. Chiedete la grazia di amarlo indipendentemente dai favori, trascorrete del tempo in sua compagnia e sappiate che l’iniziativa dei segni verrà sempre da Lui – il che non ci esenta dalla necessità di essere costanti nella preghiera e nel relazionarci a Lui.

Dopo che Dio stesso si incarica del buon esito dell’impresa e della grazia che vuole concedere, Gesù ordina a due dei suoi discepoli: “Andate nella borgata di fronte, nella quale, entrando, troverete un puledro legato, su cui non è mai salito nessuno; slegatelo e conducetelo qui da me. Se qualcuno vi domanda perché lo slegate, direte così: “Il Signore ne ha bisogno”. E quelli che erano stati mandati partirono e trovarono tutto come egli aveva detto loro” (Lc 19, 30-32).

Se si trovano elementi corrispondenti all’ordine dato da Gesù, ciò non vuol dire che questa provvidenza si manifesti già nel primo momento. Dio inviò Mosè dal faraone, ma il sovrano d’Egitto oppose resistenza a liberare il popolo del Signore. Possiamo trovare barriere che l’Altissimo pone come sua volontà per noi.

Impareremo a interpretare correttamente i segni con l’allenamento. Col passare del tempo, se manterremo una vera amicizia con Dio e ci eserciteremo nel processo di intuire, agire in base agli ordini divini e prestare attenzione ai risultati, impareremo a guardare un fatto o una situazione sapendo fin dall’inizio se è davvero un segno del Signore.

Il Dio che seguiamo è buono e vuole ciò che è meglio per noi, e per questo comunica in modo costante.

Egli è fedele e ci guida. “Se questo disegno o quest’opera è dagli uomini, sarà distrutta” (At 5, 38).

  • 1
  • 2
Tags:
dio

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni