Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Ecco quello che ha fatto Papa Francesco fino ad oggi per arginare gli abusi sessuali nella Chiesa

Pope Francis addresses the congragation at St Mary's Pro-Cathedral in Dublin on August 25, 2018, during his visit to Ireland to attend the 2018 World Meeting of Families. / AFP PHOTO / Tiziana FABI
Condividi

Questi sono i documenti ufficiali. C’è tanto da fare, ma si sono iniziate a smuovere le acque

«Questa piaga aperta ci sfida ad essere fermi e decisi nella ricerca della verità e della giustizia». Nella seconda e ultima giornata del suo viaggio in Irlanda, domenica 26 agosto, Papa Francesco attraversa in volo l’isola fino al villaggio di Knock, divenuto nel corso del Novecento uno dei maggiori santuari mariani d’Europa, e torna a parlare delle violenze e degli abusi su minori nelle istituzioni cattoliche che hanno travolto la Chiesa irlandese dopo le quattro inchieste governative condotte tra il 2005 e il 2011.

«La Madonna guardi con misericordia tutti i membri sofferenti della famiglia del suo Figlio. Pregando davanti alla sua statua, le ho presentato, in particolare, tutti i sopravvissuti, tutte le vittime di abusi da parte di membri della Chiesa in Irlanda», ha spiegato tra gli applausi alle migliaia di fedeli presenti. «Nessuno di noi può esimersi dal commuoversi per le storie di minori che hanno patito abusi, che sono stati derubati dell’innocenza o sono stati allontanati dalle mamme e abbandonati allo sfregio di dolorosi ricordi».

Sabato pomeriggio, 25 agosto, Francesco ha incontrato nella nunziatura otto vittime che gli hanno parlato delle adozioni illegali, delle violenze commesse nel Novecento nelle “Magdalene Laundries” e nelle case per ragazze madri gestite da religiose (Corriere.it, 26 agosto).

Leggi anche: «Dove ci sono misure di prevenzione è diminuita la pedofilia nella Chiesa»

La lettera sul Cile

Sulla pedofilia nella Chiesa, il Papa non è solo intervenuto con moniti pubblici, nel corso di cerimonie religiose o viaggi pastorali. Quest’anno ha già scritto due documenti. Il primo è del 13 aprile 2018. Si tratta della “Lettera del Santo Padre Francesco ai vescovi del Cile, a seguito del report consegnato da S.E. Mons. Charles J. Scicluna“.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni