Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 25 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconFor Her
line break icon

Elisabetta Gregoraci: ecco perchè sono così devota alla Madonna dello Scoglio e a Medjugorje

Facebook/Elisabetta Gregoraci pagina ufficiale

Silvia Lucchetti - pubblicato il 23/08/18

In un'intervista a cuore aperto la showgirl ha parlato dell'amore per la Vergine Maria trasmesso dalla nonna e dalla mamma che nella malattia ha ricevuto una grazia speciale

In una sincera intervista al settimanale Maria con te, Elisabetta Gregoraci ha parlato della sua profonda devozione alla Vergine Maria e della fede che l’accompagna da sempre grazie all’esempio e agli insegnamenti della mamma Melina e della nonna Angela, fervide credenti. Era solo una bambina quando insieme alle due andò in pellegrinaggio alla Madonna dello Scoglio a Santa Domenica di Placanica in Calabria. Luogo a cui ancora oggi è legata in modo speciale e di cui serba ricordi bellissimi.

L’amore per la Vergine trasmesso dalla mamma e dalla nonna

Quante volte il Santo Padre ha ricordato alle famiglie l’importanza di insegnare il segno della croce e le preghiere ai figli, e ha parlato spesso di come in particolare le donne – mamme, zie, nonne – siano fondamentali nel trasmettere la fede. Questa è l’esperienza che la showgirl racconta nell’intervista, in particolare com’è nato il suo rapporto con la Madre di Gesù:

«Ho sempre sentito parlare in casa di Lei, con amore e rispetto, specie da mia nonna Angela e da mia madre Melina, entrambe devote alla Vergine Maria. Da piccola vedevo attorno a me le effigi che erano sparse per casa: Nostra Signora di Lourdes, Maria Ausiliatrice e la Madonna di Tindari: nonna da siciliana vi era legata sin da bimba. Poi si è aggiunta la Madonna dello Scoglio, che è stata molto vicina alla mia famiglia, in diverse circostanze» (Maria con te).
View this post on Instagram

A post shared by Elisabetta Gregoraci (@elisabettagregoracireal)


Lorella Cuccarini

Leggi anche:
Lorella Cuccarini: “Il grande dono della donna è poter generare”

Sono andata allo Scoglio anche quando aspettavo mio figlio

Lo Scoglio diviene luogo di pellegrinaggio per tutta la famiglia ed è lì che Elisabetta invoca la protezione della Vergine Maria nelle situazioni peculiari della sua vita, anche quando scopre di essere incinta:

«Tuttora, ogni volta che ci torno vengo assalita dai ricordi, perché lo Scoglio, in un certo senso, ha fatto da scenario alle mie speranze più profonde in varie tappe della vita, da adolescente pregavo la Madonna per la nonna che non stava bene, poi per la salute di mia madre. Ci sono andata anche quando aspettavo mio figlio, per chiederle che tutto andasse bene».

Invoco la Madonna e sono certa che mi vuole bene

L’intervista concessa a Luciano Regolo svela il lato intimo e spirituale della Gregoraci che tutti siamo abituati a vedere in tv, sulle copertine delle riviste patinate di gossip e di moda. Il fisico atletico, la bellezza mediterranea, la sensualità. Ma oltre tutto questo c’è una donna sensibile, una mamma che insegna le preghiere a suo figlio e che prega la Madonna e si affida alla sua potente intercessione:

«Sì, ci parlo spesso, in certi periodi magari di più. Ma devo dire che mi ha ascoltato tante volte, mi ha dato dei “segnali” e sono certa che mi vuole bene. Maria mi ha sempre aiutato. Mi ha aiutato anche a superare la morte di nonna e mamma, le persone più importanti della mia vita. Attraverso la dolce presenza della Vergine ho capito che l’amore dei propri cari va oltre la vita e che la mia mamma è sempre con me» (Ibidem)

Una macchia sul fianco delle statue della Madonna e la grazia delle metastasi scomparse

I miracoli avvengono ed Elisabetta è stata testimone di una grazia speciale che ha ricevuto sua madre:

«Anni fa, mamma doveva subire un’operazione molto seria al fegato. Ma nessuno di noi in casa era favorevole perché l’intervento poteva anche costarle la vita. A un certo punto, su tutte le effigi che avevamo in casa di Nostra Signora dello Scoglio si formò una sorta di macchia levigata all’altezza del fianco, in corrispondenza con il fegato, la notavano tutti a occhio nudo, come se brillasse. In ospedale, alla vigilia dell’operazione, incontrai anche Annamaria Nicolace, la figlia di Natuzza Evolo, altra mistica calabrese cui mamma era legata. Anche lei mi donò una Madonnina, il Cuore Immacolato di Maria venerato a Paravati e pure su quell’immagine si verificò lo stesso fenomeno. Insomma, il giorno dell’operazione i medici ci chiamarono e, visibilmente imbarazzati, ci dissero che non vedevano più le metastasi quindi non era più necessario intervenire» (Maria con te).


Nicola Savino

Leggi anche:
Nicola Savino: “Tutte le mattine andavo in chiesa ed accendevo un cero alla Madonna, era come andare a trovare mia mamma”

  • 1
  • 2
Tags:
medjugorjemiracolivergine maria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni