Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 18 Giugno |
San Gregorio Barbarigo
home iconFor Her
line break icon

È passata solo una settimana e Genova, la schiva, prova ad abbracciarsi (GALLERY)

DONNA PANORAMA CITTA'

Shutterstock

Aleteia - pubblicato il 21/08/18

Un quadro dipinto con poche pennellate, senza cedimenti romantici e sentimentali: un'insolita veduta di Genova nell'asciutto eppure intenso appello lanciato dal cuore trafitto dei genovesi, feriti ma non finiti; addolorati e quasi più vicini

Una donna che vive a Genova, che la vive e la ama e forse ora le perdona tutte le durezze, come le migliaia di persone che percorrono veloci i suoi caruggi o il lungomare e che sono tornate ad inforcare auto e furgoni, racconta quel che passa furtivo negli sguardi impercettibilmente meno sfuggenti del solito della gente; che scorrono tra i passanti, nei respiri strozzati, nella domanda che brucia: “Perché?”

Nel pianto per chi si è offerto senza volerlo ad una morte piombata a terra, rapace. Senza il nostro Dio, il solo Dio che davvero salva, resterebbe cieca e odiosa. Invece tutto questo, il male voluto, il bene trascurato, i tagli nella carne viva inferti a tante famiglie sanguinano ma non invano, mai del tutto.




Leggi anche:
Genova. Mamma insieme alla figlia sotto le macerie: “Non prendete me, salvate lei!” (VIDEO)

di Giovanna Firpo

Una settimana.
E’ passata già una settimana.
Sette lunghi, interminabili perché non sono mai finiti, giorni.
E non so voi ma io ho un groppo che non va giù.
Resta lì, in fondo a quel sospiro che fatica a riempirmi i polmoni.
Mi espone tutta intera alla consapevolezza della fragilità umana.
La mia, la tua.
Cammino per le vie del centro e lo sento il silenzio.
Lo vedo, lo tocco, lo annuso. E’ pesante come l’aria umida e calda di questi giorni.
Di cosa sa?
Sa di domande, ognuno ha la sua, tutte diverse, perché impastate nella e della nostra diversità, eppure tutte uguali nella sostanza della ricerca di un senso, di un fine, di una fine al dolore.
Sa di risposte, sì miracolosamente già di risposte!, quelle che troviamo ingarbugliate, e che dobbiamo perciò districare, negli sguardi che ci scambiamo, finalmente.
Noi genovesi che guai a ricambiare gli occhi quando camminiamo per strada, figurarsi sorridersi, maniman!, noi ora indugiamo, è un attimo che sa di eterno, in chi ci viene incontro o ci passa accanto. Siamo sconosciuti eppure ci riconosciamo, in quell’incredulo dolore nel quale si fa spazio il bene che siamo e che abbiamo da dare.
Questa consapevolezza dolente e insieme lieve, grata, commossa e operosa è un modo altro di onorare la memoria delle vittime e il loro involontario sacrificio.

QUI IL LINK ALL’ORIGINALE

Tags:
genova
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
6
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
7
ANDREA BOCELLI FATIMA
Paola Belletti
Andrea Bocelli a Fatima: “Maria è il percorso obbligatorio ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni