Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

5 luoghi poco noti e misteriosi nella Città del Vaticano

SAINT PETER SQUARE GENERAL VIEW
Antoine Mekary | ALETEIA
Condividi

Dalla Ferrovia al Cimitero, dalle Porte alle Biblioteca, scopriamo dei posti misteriosi e poco noti

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

L’imponente basilica di San Pietro è la tappa obbligata di ogni viaggio  a Roma. Si può rivederla cento volte senza smettere di essere stupiti: il “cupolone” progettato da Michelangelo, le quasi 300 massicce e bianchissime colonne e le 140 statue che la sovrastano.

All’interno dei suoi confini – si parla spesso di “città leonina”, facendo riferimento alle mura elevate da papa Leone IV fra l’848 e l’852 per proteggere il colle Vaticano e la basilica di San Pietro – non è così facile passeggiare. Si tratta di uno Stato, per entrare ci vogliono gli adeguati permessi.

Aci Stampa ha dedicato alla scoperta della Città del Vaticano un interessante viaggio in più puntate, che riassumiamo di seguito. Per farvi conoscere alcune dei luoghi meno noti, ma molto affascinanti e misteriosi, che si celano nel Vaticano.

1) La Ferrovia vaticana

La stazione di Città del Vaticano (detta anche stazione del Vaticano o stazione Vaticana) è la piccola stazione ferroviaria della Città del Vaticano e si trova al termine della ferrovia Vaticana, nelle vicinanze dell’importante stazione di Roma San Pietro, della ferrovia Tirrenica e punto di diramazione per la Roma-Viterbo.

La stazione (APRI LA GALLERY QUI SOTTO) è stata utilizzata in maniera saltuaria e in occasioni speciali: l’11 aprile 1959 partì dalla stazione vaticana la salma di Pio X, che venne temporaneamente portata a Venezia per volere di San Giovanni XXIII.

Papa Giovanni XXIII, il 4 ottobre 1962, per il suo pellegrinaggio a Loreto e ad Assisi fu il primo papa a usare la stazione di Città del Vaticano. Il papa partì per Loreto e ritornò da Assisi col treno presidenziale italiano messo a sua disposizione.

Il piazzale della Stazione del Vaticano, per una lunghezza totale di 370 metri, è servito da due binari comunicanti tra loro, uno dei quali è affiancato al marciapiede frontale, largo 10 metri, parzialmente coperto da pensilina.

2) Il Cimitero Teutonico

Wikipedia/Public domain
Il cimitero teutonico dall'alto

Tra San Pietro e la nuova Aula delle udienze si trova il Campo Santo Teutonico, la più antica fondazione nazionale tedesca in Roma. È situato in un’area adiacente al confine con la Città del Vaticano; area, questa, soggetta però ad extraterritorialità a favore della Santa Sede. Malgrado ciò, è solitamente considerato come l’unico cimitero all’interno del Vaticano; qui sono sepolte persone di origine austriaca, sudtirolese, svizzero-tedesca, liechtensteinesi, lussemburghese, e belga di lingua tedesca, oltre a fiamminghi e olandesi.

Pagine: 1 2 3

Tags:
vaticano
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni