Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Una sorpresa recapitata direttamente da Dio (VIDEO)

DONNA, SIPARIO, NERO
Youtube
Condividi

Nessuno si aspettava di trovare dietro un telo nero un capolavoro così prezioso ...

E questa è un’altra grande trovata del buon Dio; l’io è fatto per essere guardato in un rapporto e non in solitudine. Anche per vedere bene me stesso, devo guardarmi come quel altro riflesso nello specchio.

Un prodigio ai Tuoi occhi

Ha ragione la ragazza che afferma: «Guardarsi con gli occhi degli altri è più semplice». È anche una sfida più profonda e avvincente. C’è un abisso tra il nostro modo solitario di ammirarci, truccarci, ammiccare e lo sguardo di Dio che dice di noi: sei un’opera d’arte. Fa riflettere.
Noi siamo innanzitutto riflesso di un progetto divino, dovremmo davvero cominciare ogni mattina specchiandoci … negli occhi di Dio.

Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio;
sono stupende le tue opere,
tu mi conosci fino in fondo.
Non ti erano nascoste le mie ossa
quando venivo formato nel segreto,
intessuto nelle profondità della terra.
Ancora informe mi hanno visto i tuoi occhi
e tutto era scritto nel tuo libro;
i miei giorni erano fissati,
quando ancora non ne esisteva uno. (Salmo 138)

Non siamo un’opera d’arte perché siamo perfetti ed esteticamente bellissimi.

È il pensiero di essere indispensabili nella nostra piccola unicità a riempirci di entusiasmo per queste nostre forme così particolari (carine, ridicole, storte, adunche), di cui Dio s’è innamorato ancor prima che fossimo. Lo specchio vero è Lui.

DONNA, SPECCHIO, BELLA
Shutterstock

Lui rende il mio ritratto unitario, perché non insensato: a me possono risultare incerti i passi di ogni giornata, può esserci l’ombra dietro l’angolo, e molti inciampi che mi vedono connivente. Non so che forma avrò fra dieci anni, che tinte assumerà il profilo della mia anima. L’unica baldanza che rende ogni giorno un’avventura degna di essere vissuta è l’ipotesi che il Padre ha messo all’inizio, come fosse il muretto che dà la spinta iniziale al nuotatore: «Tu sei un prodigio».

Se mi guardo da solo, finisco nella trappola della regina di Biancaneve: «Chi è la più bella del reame?». Se lascio che sia Dio a guardarmi per primo e a fidarmi di quel che lui vede in me, comincia una storia più esaltante in compagnia della domanda di Santa Teresa D’Avila: «Cosa vuoi fare di me, buon Signore?»

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.