Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 12 Giugno |
Cuore Immacolato
home iconCultura
line break icon

Mancanza, desiderio e felicità sono conciliabili? Il nuovo libro di Sophia Kuby

Editions de l'Emmanuel

Sophia Kuby

Mathilde De Robien - pubblicato il 13/08/18

M. d.R.: Alcuni desiderî possono condurre al peccato, e alcuni desiderî sono già, in sé stessi, peccato – ad esempio “non desiderare la donna d’altri”. Eppure lei non incoraggia a soffocare questi desiderî, bensì a riorientarli. Che cosa intende per “riorientare”?

S. K.: Sì, i desiderî non ci guidano automaticamente verso il bene. Il riflesso del cristiano è sovente quello di tagliare col desiderio, di controllarlo, proprio perché ha paura che ci conduca al peccato. Ma è una “soluzione” che lascia il tempo che trova: uccide poco a poco la nostra vita e la nostra libertà interiore. Il cammino proposto da Dio e dalla Chiesa sta anzitutto nel ricercare quel che è all’origine del desiderio, ad esempio quello che sta dietro a un’attrazione sensuale. Forse c’è una frustrazione delle mie relazioni esistenti, un desiderio non appagato di essere amati… Questa tappa – il riconoscimento della fonte della mancanza – permette di far nascere la verità, ed è realmente liberatrice. In seguito, se si ha la grazia di avere la fede, si possono esporre a Dio le proprie mancanze e i propri desiderî profondi, e supplicarlo di intervenire. E lì la mancanza diventa misteriosamente il luogo di predilezione per un incontro più profondo con Lui, un incontro che consola, che guarisce, che ci fa avanzare. Si sperimenta allora una gioia straordinaria, molto più grande e durevole di una mancanza colmata dal piacere fugace di false promesse.

M. d.R.: Lei definisce il desiderio di eternità come “il desiderio ultimo”: essere con Dio per sempre in uno stato nel quale non conosceremo più la mancanza. Ma allora perché Dio ha messo nel cuore dell’uomo la capacità di avere molteplici desiderî, mentre la vita eterna ci promette uno stato di non-desiderio?

S. K.: Io penso che in Cielo il nostro desiderio non cesserà di esistere. Anche in Cielo resteremo delle creature fatte di desiderî, e al contempo saremo completamente appagati da Dio. Ci sarà una dinamica verso il sempre maggiore, così come si confà alla natura di Dio, che è infinito. E anche in Cielo non si potrà contenere tutta l’infinità di Dio. Misteriosamente, io penso che il desiderio e il fatto di essere appagati andranno a coesistere: i desiderî continueranno a crescere all’infinito, perché Dio è infinito. Il fatto di sentire la mancanza, sulla terra, permette di percepire la grande vocazione dell’uomo alla felicità. Senza il desiderio e senza la mancanza, neppure avremmo una qualche idea di tutto questo. Invece di vedere la mancanza come un problema da eliminare dalle nostre vite, si potrebbe vederlo come un richiamo alla nostra grande vocazione. Comprenderemo allora che esso ha una funzione vitale: quello di attrarci verso l’alto. Gli animali non avvertono la mancanza. Senza mancanza, dimenticheremmo di essere chiamati alla felicità.

« Il comblera tes désirs », Sophia Kuby, Edizioni l’Emmanuel, giugno 2018, 104 pagine, 9,90 euro

Editions Emmanuel

[Traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

  • 1
  • 2
Tags:
desideridesideriofelicitàinfelicità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Histórias com Valor
Bambino uscito dal coma: ho visto la mia sorellina abortita
4
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni