Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Papa ai giovani: “la Chiesa senza testimonianza è soltanto fumo”

POPE FRANICS,SICK BOY
TIZIANA FABI | AFP
Condividi

Lo hanno atteso e accolto come si fa con chi si ama. Si fidano di lui ed è per questo che hanno percorso centinaia di chilometri a piedi. Arrivati in 70 mila al Circo Massimo, dove non esiste ombra fin quando non tramonta il sole, Papa Francesco li ha incoraggiati ad essere testimoni e a credere nei loro sogni

Dobbiamo scegliere la testimonianza, Gesù ci insegna questa uscita da noi stessi (…) la Chiesa senza testimonianza è soltanto fumo.

Le parole di Nicoletta Tinti

In un’alternanza di musica e riflessione, il palco ha poi accolto l’esibizione di Nicoletta Tinti, ex ginnasta italiana e in sedia a rotelle dal 2008 ma capace di sorprendere ballando. Aiutata da un’altra danzatrice, la Tinti ha affascinato l’intero Circo Massimo, avvolgendolo nel silenzio che solo la bellezza sa regalare. Storia di un’amicizia e di una rinascita come ha raccontato lei stessa:

Camminare insieme ci può portare davvero più lontano.

La Chiesa ha bisogno di voi

Canti, letture, momenti di riflessione e brevi video hanno scandito la Veglia tanto attesa dai 70 mila ragazzi che attraverso l’esperienza faticosa ma bellissima del pellegrinaggio,  hanno scelto passo dopo passo di arrivare, insieme, a Roma. E proprio seguendo la metafora dell’andare e commentando il Vangelo presentato dalle Letture, il Papa si è così espresso:

La Chiesa ha bisogno del vostro slancio, delle vostre intuizioni, della vostra fede. E quando arriverete dove noi non siamo ancora giunti, abbiate la pazienza di aspettarci, come Giovanni aspettò Pietro davanti al sepolcro vuoto.

Abbiamo bisogno di fratellanza

Ma è solo nel camminare insieme e con Dio che, ha ricordato Francesco, si possono raggiungere mete lontane e aiutare fratelli feriti:

Quanti sepolcri oggi attendono la nostra visita! Quante persone ferite, anche giovani, hanno sigillato la loro sofferenza “mettendoci – come si dice – una pietra sopra”. Con la forza dello Spirito e la Parola di Gesù possiamo spostare quei macigni e far entrare raggi di luce in quegli anfratti di tenebre.

Il segreto è nel sentirsi amati

Eppure, esiste un segreto per camminare con passo veloce e spedito attraverso questa nostra vita e Francesco lo ha ricordato ai quei ragazzi prima di recitare con loro la preghiera del Sinodo a loro deidicato e prima di benedirli:

“(…) altrettanto bello e impegnativo sarà il cammino del ritorno alle vostre case, ai vostri paesi e alle vostre comunità. Percorretelo con la fiducia e l’energia di Giovanni, il “discepolo amato”. Sì, il segreto è tutto lì, nell’essere e nel sapere di essere “amato”, “amata” da Lui, Gesù, il Signore!

Qui l’articolo tratto da Vatican News

Pagine: 1 2

Top 10 d’Aleteia
  1. I più letti
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni