Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

Quanti dei 266 Papi sono stati canonizzati?

ST. PETER'S BASILICA, KEYS
Shutterstock
Condividi

Circa un terzo dei Successori di Pietro sono stati elevati formalmente agli altari

Dei 266 Papi che abbiamo avuto dall’epoca di San Pietro (incluso Papa Francesco), 81 sono stati canonizzati. È accaduto per ciascuno dei primi 35 Pontefici; 31 di loro sono stati martiri. Quando Paolo VI verrà canonizzato a ottobre, sarà l’82° Papa a diventare santo. Quelli canonizzati più di recente sono stati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, nel 2014.

È interessante che di questi 81 santi solo 7 siano stati canonizzati dall’XI secolo. Al riguardo dovremmo ricordare che nei primi mille anni della Chiesa c’erano ben poche procedure formali per la canonizzazione di un santo.

Questi sette Papi sono: Benedetto IX (#142); Gregorio VII (#156); Gregorio X (#193); Pio V (#224); Pio X (#256); Giovanni XXIII (#260); Giovanni Paolo II (#262).

Dopo il primo millennio, la Chiesa ha iniziato a sviluppare una procedura ordinata per determinare le qualifiche di coloro che venivano presentati per la santità. Il 4 luglio 973, Papa Benedetto XV ha canonizzato il vescovo Ulrico di Augusta. Sant’Ulrico è stato la prima persona ad essere canonizzata da un Papa.

Nel 1243, Papa Gregorio IX ha affermato che solo il Papa aveva l’autorità di dichiarare qualcuno santo. Ciò è valido ancora oggi, anche se bisognerebbe notare il ruolo speciale del Papa in un tipo di canonizzazione, chiamata “canonizzazione equivalente”, in cui un Papa non fa che confermare la devozione a un santo già ben radicata nella Chiesa. La canonizzazione equivalente è stata il caso del gesuita Pietro Favre (1506-1546), riconosciuto da Papa Francesco nel 2013, o di Ildegarda di Bingen, riconosciuta da Papa Benedetto XVI.

Il Codice di Diritto Canonico del 1917 ha dichiarato che una causa di santità non si poteva aprire se non dopo 50 anni dalla morte del candidato. Papa Giovanni Paolo II ha abbreviato questo periodo, portandolo a 5 anni. A volte, questo periodo può essere anche ulteriormente accorciato, come ha fatto Benedetto XVI dopo la morte di Papa Giovanni Paolo II.

Il tempo medio di attesa perché una persona venga canonizzata dopo la morte è di circa 180 anni. Giovanni Paolo II è stato canonizzato solo 9 anni dopo la sua morte.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni