Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconChiesa
line break icon

Vi piace la Confessione in privato? Ringraziate gli irlandesi!

CONFESSIONAL

Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 06/08/18

I missionari irlandesi sono stati responsabili della diffusione della pratica della Confessione privata in Europa

Il sacramento della Confessioneha nella Chiesa cattolica una ricca storia, che includeva la confessione pubblica dei peccati. Ciò è stato molto comune nel cristianesimo finché i missionari irlandesi hanno iniziato a diffondere una pratica particolare, ispirata dai monaci egiziani.

Il Catechismo della Chiesa Cattolica offre una storia succinta del sacramento della Confessione, spiegando che “durante i primi secoli, la riconciliazione dei cristiani che avevano commesso peccati particolarmente gravi dopo il loro Battesimo (per esempio l’idolatria, l’omicidio o l’adulterio) era legata ad una disciplina molto rigorosa, secondo la quale i penitenti dovevano fare pubblica penitenza per i loro peccati, spesso per lunghi anni, prima di ricevere la riconciliazione. A questo « ordine dei penitenti » (che riguardava soltanto certi peccati gravi) non si era ammessi che raramente e, in talune regioni, una sola volta durante la vita” (CCC, n. 1447).

Se questa era una pratica comune in Europa, nel deserto egiziano iniziò a svilupparsi una tradizione diversa. Fu lì che i monaci iniziarono a riunirsi per edificare comunità monastiche, nelle quali svilupparono un modo peculiare di confessare i peccati.

San Giovanni Cassiano, in particolare, promosse una forma di Confessione privata che aveva appreso da questi monaci del deserto e che portò con sé quando fondò un monastero in Francia. Gli scritti di Cassiano vennero in seguito portati in Irlanda, ed è lì che trovarono un terreno fertile.

In Irlanda i monaci costruirono sulle basi di Cassiano e svilupparono un sistema di Confessioni interamente privato, inclusa la recita privata dei peccati e l’esecuzione privata della penitenza. Se è vero che la Confessione privata esisteva fin dalle origini della Chiesa, non venne usata per tutti i peccati fino all’influenza dei monaci irlandesi.

Gli irlandesi svilupparono anche la tradizione dell’“anima amica”, “anamchara” in gaelico. Essenzialmente si trattava di un direttore spirituale privato, con cui si condividevano tutte le proprie lotte e i propri peccati.

Nel VII secolo i monaci irlandesi iniziarono a portare queste tradizioni relative alla Confessione in Europa. Come spiega il Catechismo, “nel settimo secolo, ispirati dalla tradizione monastica d’Oriente, i missionari irlandesi portarono nell’Europa continentale la pratica « privata » della penitenza, che non esige il compimento pubblico e prolungato di opere di penitenza prima di ricevere la riconciliazione con la Chiesa. Il sacramento si attua ormai in una maniera più segreta tra il penitente e il sacerdote” (CCC 1447).

Nel corso degli anni, la Chiesa è cresciuta nella sua comprensione del sacramento della Confessione, ma buona parte di ciò che sperimentiamo oggi è dovuta all’influenza dei monaci irlandesi.

Grazie, irlandesi!

Tags:
catechismoconfessione

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
5
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni