Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 14 Maggio |
San Mattia
home iconStorie
line break icon

L’uomo che non aveva mai pregato

HOSPITAL HAND HOLD

By Tyler Olson | Shutterstock

Vera Fidei - pubblicato il 06/08/18

Era sul letto di morte quando tutto accadde

Stava per morire: nel sorriso artificiale di tutti, che cercavano di ingannarlo annunciandogli un miglioramento, vedeva che stava per morire.

Non aveva fede, né carità, né speranza.

Non aveva mai pregato e se ne vantava, come di un’impresa: non era attaccato alla vita e non aveva paura della morte.

Nell’arco di un’ora, due, tre al massimo, avrebbe smesso di vivere.

Chiese che si allontanassero per poter dormire un po’ e chiuse gli occhi.

Voleva spiare i minimi dettagli della sua morte: un’immensa curiosità, qualcosa di puerile, incredibile.

La curiosità dell’incredulo che aveva voluto deliberatamente costruire il proprio Dio per adorare la propria opera, che è come adorare se stessi. Alla fin fine, voleva vedere come si comportava quel Dio.

La sua malattia era un’anemia senza dolori, che gli lasciava lo spirito libero per spiare l’arrivo della morte. Voleva essere sveglio, perché se si fosse addormentato non si sarebbe risvegliato mai più.

Non aveva più fiducia neanche in se stesso, suo unico Dio.

Nel suo cervello si aggirava un dubbio fastidioso: al di là della tenda nera che si sarebbe poi aperta poteva esserci qualcosa di diverso da quello che aveva pensato? Per assistere all’ultimo minuto della sua vita e al primo della sua morte, con lucida comprensione, aveva rifiutato di assumere qualsiasi droga che potesse anestetizzarlo.

La sua curiosità iniziava a inquietarlo. Come si sarebbe trovato quando il braccio scheletrico della morte avesse spostato la tenda nera? Avrebbe visto quello che non aveva mai voluto vedere? Forse un Dio? Ma non un dio fatto dalle sue mani, ma quel Dio eterno, onnipotente, che non aveva mai pregato?

Aveva affermato talmente tante volte davanti agli uomini che Dio non serviva per comprendere le cose dell’universo che aveva finito per crederci, e se l’esistenza di Dio fosse dipesa da lui, ovvero se avesse avuto tra le mani il potere di cancellare dall’universo quel Dio superfluo, lo avrebbe fatto tranquillamente.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
dioinfernopreghiera
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni