Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 12 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconArte e Viaggi
line break icon

Non restano più “tapices del Purgatorio”. Ma qui sì

SEGUERO

Obispado de Girona

Miriam Diez Bosch - pubblicato il 06/08/18

Si chiamavano anche “telones de las almas”

Cercate su Google e non li troverete. È molto difficile imbattersi nei celebri “telones de almas” o “tapices del Purgatorio”.

In Spagna la maggior parte di queste rappresentazioni delle anime del Purgatorio tra le fiamme è stata distrutta durante la Guerra Civile nel 1936, ma ce n’è uno che viene ancora conservato nella chiesa di Santa Maria de Segueró, a Beuda, opera di Joan Carles Panyó (1755-1840).

Il “telón de las almas” era una tela decorata o un dipinto che si collocava nel cosiddetto “novenario de almas” all’interno della chiesa. Potremmo riferirci a un teatro d’ombre che catturava l’attenzione degli ascoltatori – non partecipanti, perché parliamo di un momento in cui i fedeli ascoltavano, ma non partecipavano attivamente alla liturgia.

La tela, chiamata anche “tapiz del Purgatorio”, rappresentava in genere le anime in atteggiamento di supplica. Normalmente si trattava di vari personaggi che piangevano mostrandosi pentiti e circondati da un fuoco da cui non potevano fuggire.

Dietro l’arazzo si muovevano ceri accesi che si alzavano e si abbassavano. Alcune anime ascendevano trionfanti al Cielo, mentre altre rimanevano nel castigo.

Era un catechismo visivo che rafforzava l’impatto dei predicatori nelle chiese oscure al momento del tramonto.

Ecco l’esemplare che si conserva in una chiesa catalana:

Le immagini del “novenario de almas” della chiesa di Santa Maria de Segueró di Beuda sono state concesse dal vescovado di Girona.

Tags:
anime del purgatoriospagna
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni