Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 16 Maggio |
Ascensione
home iconChiesa
line break icon

I colpi alla Divina Misericordia e un Cristo che soffre insieme al popolo (FOTO)

Facebook @arquidiocesisdemanagua

Aleteia - pubblicato il 03/08/18

Le immagini dei fori dei proiettili nella parrocchia attaccata dai paramilitari in Nicaragua il 13 luglio continuano a commuovere

Sono state 15 ore di angoscia, incertezza e dolore. In tutto quel tempo, proiettili di vario calibro sono passati sopra la testa degli studenti che si erano rifugiati nella parrocchia della Divina Misericordia di Managua, in Nicaragua.

Quella notte si è vissuta una tragedia culminata con la morte di due giovani ad opera dei paramilitari fedeli al regime di Daniel Ortega, oltre a vari feriti. Il rifiuto di questi atti e la solidarietà nei confronti delle persone vittime dell’attacco non si sono fatti attendere.

Il ricordo di quella notte resta e resterà nella mente di tutti, perché i segni dei proiettili sul quadro del Cristo della Divina Misericordia, mostrati al mondo intero insieme alle altre parti della chiesa colpite, sono diventati un simbolo indelebile di un Cristo che soffre accanto al popolo.

A seguito di questi fatti, il cardinale Leopoldo Brenes, arcivescovo metropolita di Managua, ha celebrato una Messa di riparazione nella parrocchia, a cui hanno assistito centinaia di fedeli.

In quell’occasione, il porporato ha chiesto di rispondere al male con il bene e di poter chiedere a Dio la forza in questo momento delicato, oltre a sottolineare che queste cose accadono quando “siamo casa di misericordia”.

Scorrete la galleria fotografica per vedere com’è attualmente la chiesa della Divina Misericordia:

Tags:
divina misericordiagesù cristonicaraguaquadro
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni