Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il trucco gesuita per guarire le ferite del passato

WOMAN,HIKING,MOUNTAINS
Condividi

Questa guida pratica in 5 passi di Sant'Ignazio può aprire la strada alla guarigione...

Spesso le emozioni nascono da una fonte misteriosa dentro di me, e mi ritrovo ad essere ansioso o annoiato senza sapere perché. In genere non saprei dire perché ho una brutta giornata e ho problemi a risolvere la questione perché, come mi ha detto uno psicologo, non so in ogni momento quello che sto provando. Ciò vuol dire che spesso mi comporto in modi poco sani perché mi porto dietro ferite del passato ignorando perfino come continuino a influire su di me. È solo in seguito che rifletto e comprendo il motivo.

Per quanto possano essere piccole le mie ferite, lotto per gettarmele alle spalle. Come pastore, parlo con persone che cercano aiuto e preghiera e scopro che le ferite e i traumi passati possono influire come una ferita aperta. Può essere un ricordo d’infanzia o un evento più recente, ma se non lo si affronta continuerà ad avere un effetto negativo. La mancanza di guarigione interiore può distruggere matrimoni e amicizie, ci fa comportare in modi autodistruttivi e può rendere impossibile la pace interiore.

E allora come possiamo guarire e andare avanti?

Ce lo può dire Sant’Ignazio di Loyola, sacerdote del XVI secolo e fondatore dei Gesuiti. La sua vita è stata segnata da molti eventi che hanno provocato dei traumi. Sua madre è morta quando lui era piccolo, è stato coinvolto in vari scontri violenti, ha ucciso un uomo in un duello e si è visto menomare una gamba da una palla di cannone in battaglia. La ferita lo costrinse a sottoporsi a vari interventi chirurgici senza anestesia. È stato durante il suo recupero che ha iniziato a contemplare la sua vita e a mettere in atto dei cambiamenti. Alla fine ha pubblicato i suoi Esercizi Spirituali, che descrivono in modo dettagliato il suo metodo pratico per raggiungere la libertà spirituale. Parte di questo processo, chiamato Esame, è utile per esaminare le ferite e gli errori del passato, e le motivazioni delle proprie azioni.

Ecco la sua meditazione quotidiana in cinque passi che aiuta a gettare luce sulle ferite del passato e spiana la strada alla guarigione.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni