Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 23 Settembre |
San Pio da Pietrelcina
home iconChiesa
line break icon

Bergoglio sfidò i boss della prostituzione e finì nel mirino di un ex agente segreto

DR

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 26/07/18

Il regista dell’operazione era Antonio Stiuso. Il mandante, l’allora presidente Nelson Kirchner

C’è una storia di spionaggio che ancora oggi ha dei contorni oscuri. Riguarda il Papa, un agente segreto e la dittatura argentina. Una storia che non è stata mai chiarita fino in fondo.

E’ un filo rosso che collega uno degli episodi di cronaca nera più torbidi della storia argentina, la morte del procuratore Alberto Nisman, con la notizia più felice che Buenos Aires abbia ricevuto negli ultimi tempi: l’elezione di Papa Francesco (La Stampa, 13 febbraio 2015).

Il presidente e l’agente segreto

Questo filo si chiama Antonio Stiuso, il vero nome di un ex agente segreto, a capo del controspionaggio argentino, che per anni ha lavorato con Nisman nell’inchiesta sull’attentato al centro ebraico Amia (1994, 85 morti). Ma è anche il nome dell’uomo che dal ’72 avrebbe spiato, per ordine del governo allora guidato dal presidente Nelson Kirchner, tutti i notabili della società locale, compreso l’allora arcivescovo della capitale, monsignor Jorge Bergoglio.


CARDINAL BERGOGLIO,TEA

Leggi anche:
Gli Stati Uniti hanno seguito e spiato Bergoglio?

Intercettazioni ai “notabili”

Ma pare che l’azione di spionaggio andasse addirittura oltre i “compiti” che gli erano stati assegnati dal presidente, e cioè pedinare gli estremisti islamici. Perché Stiuso utilizzava intercettazioni illecite per ricattare i notabili se questi avessero minacciato la fortuna dei traffici illeciti in cui era immischiato. La sua forza era un archivio dettagliato e ricco di dossier inediti che era riuscito a crearsi negli anni (Libero quotidiano, 13 febbraio 2015).

Bergoglio e la figlia di Martins

Il futuro pontefice aveva infatti protetto la figlia di un criminale argentino, Raul Martins, noto socio di affari illegali di Stiuso. Martins aveva istituito una rete di bordelli dall’Argentina al Messico.

  • 1
  • 2
Tags:
argentinapapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
5
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
6
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
7
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni