Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 13 Giugno |
Cuore Immacolato
home iconNews
line break icon

La tentazione del porno diventa più invadente tra i giovani

crazystocker/Shutterstck

Paul De Maeyer - pubblicato il 23/07/18

Gli studi concordano: guardare film a luci rosse cambia l’approccio alla sessualità

Anche se il termine è stato coniato solo nel XVIII secolo, la pornografia, che significa tradotto letteralmente “scrivere su” o anche “disegnare”(dalla parola greca graphè) prostitute (dal greco porne), è in certo senso di tutti i tempi. Gli antichi romani, ad esempio, erano piuttosto disinvolti quando si trattava dei costumi sessuali. Di Gaio Giulio Cesare si diceva che era “il marito di tutte le mogli e la moglie di tutti i mariti”, una netta allusione alle preferenze sessuali dell’abile condottiero.

Nella sola Pompei sono stati individuati oltre 20 lupanaria o postriboli, decorati con scene erotiche molto esplicite, e numerosi graffiti di tipo erotico, come quello che elogia una prostituta dal nome Eutichide, “greca, di maniere garbate”, la quale costava la molto modica cifra di “solo due assi” [1].

Allarme sociale

Tutto questo fa forse sorridere o si potrebbe anche pensare a ragazzate, ma proprio quando si tratta dei giovani, e in particolare i ragazzi, la pornografia è un tema molto serio. A lanciare l’allarme è stato di recente Massimo Calvi su Avvenire.

In un articolo pubblicato il 19 luglio scorso, il giornalista osserva che nelle riflessioni sui fatti di cronaca di atti di violenza sessuale ai danni di donne, e sui femminicidi, c’è “un aspetto di cui si parla forse troppo poco”, ovvero “il ruolo che può avere la diffusione della pornografia nella formazione emotiva e nella futura relazione uomo-donna, soprattutto tra i più giovani”.

Anche se si tende a sminuire il problema, “a causa della ampia diffusione di tablet e smartphone connessi a internet è sempre più frequente che anche bambini di 8-10 anni abbiano accesso a contenuti pornografici e violenti”, osserva l’autore. “Ci sono molte ragioni per parlare di un allarme sociale, che produrrà frutti guasti in futuro”, così avverte.

Infatti, come ricorda a sua volta John Sharry sull’Irish Times, proprio la diffusione dei dispositivi mobili permette a bambini e adolescenti di accedere a siti Internet a luci rosse e di guardare contenuti pornografici “più frequentemente che mai”. “Una generazione fa era piuttosto difficile per un adolescente vedere la pornografia mentre adesso è a distanza di soli due clic sul loro computer”, così spiega l’assistente sociale e psicoterapeuta.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
adolescentidipendenzafemminicidiopornografia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Histórias com Valor
Bambino uscito dal coma: ho visto la mia sorellina abortita
4
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
5
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni