Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Romualdo
home iconFor Her
line break icon

I bambini uccisi che non dimenticherò mai

Shutterstock

Silvana De Mari - pubblicato il 20/07/18

Piccoli indifesi che vengono ammazzati dall'odio della guerra e degli attentati e poi in Occidente dall'amore dello stato che dice di farlo per il loro migliore interesse

In questo stesso momento bambini stanno morendo sotto bombardamenti, per esempio nello Yemen. Altri bambini sono stati volontariamente uccisi da terroristi: i bambini della scuola di Beslan che non dimenticherò mai, i bambini della scuola ebraica di Tolosa, i bambini presenti al concerto di Manchester. E poi ci sono i bambini cristiani massacrati in Nigeria, i bambini morti per annegamento nel mediterraneo.

I bambini vittime del terrorismo sono morti perché qualcuno li sta odiando.Sta odiando esattamente loro, personalmente. Nel bombardamento, invece, odiano non personalmente loro, ma il popolo cui appartengono.
Nel bombardamento magari il bambino non è veramente odiato, la sua morte è una specie di effetto collaterale indesiderato, ma tollerabile, per il raggiungimento di un obiettivo che non è lui, ma gli sta maledettamente vicino.


ZARISH NENO

Leggi anche:
Una giovane cristiana al servizio dei bambini in Pakistan: educare per salvare

Si tratta comunque di vittime di atti di guerra. La guerra è una cosa che si fa perché qualcuno odia qualcun altro, o se proprio non lo odia, lo vuole danneggiare. Possiamo discutere sul fatto che se sia giusto sia sbagliata. Possiamo discutere su guerre difensive e quelle offensive, ma resta in fatto che il bambino assassinato durante un bombardamento o in un atto di terrorismo è morto in un atto di guerra. Coloro che lo hanno assassinato lo odiano.

Coloro che hanno assassinato il bambino sono i cattivi, almeno dal punto di vista del bambino, e della sua gente. Lo spiego meglio così si capisce: c’è un fronte di guerra e due nazioni in guerra, una delle quali volontariamente, nel terrorismo o involontariamente, nel bombardamento, uccide i bambini dell’altra fazione.


CHARLIEGARD

Leggi anche:
Charlie Gard ci insegna che ogni vita è inutile

Charlie e Alfierappresentano la morte del bambino 2.0. Mica li odiano. Li amano. Li amano tanto, molto più di quanto non li amino i loro genitori, troppo zuzzerelloni per capire che il miglior interesse del loro bambino è quello di essere morto.

Nel caso di Alfie sono state spese decine di migliaia di sterline per la sua morte, in processi, poliziotti che hanno impedito gli fosse portata una mascherina di ossigeno o mezzo litro di latte.

Se lo avessero lasciato andare avrebbero risparmiato. Hanno speso fiumi di denaro per la sua morte. I bambini muoiono per terrorismo per bombardamento per fame, certo, per annegamento. Ma nessuno aveva mai speso tanto per la morte di un bambino come per Alfie. E’ veramente qualcosa che non era mai successo. perché tanto denaro? Dove è il guadagno? Ormai è definitivo: il bambino appartiene allo stato.


THOMAS EVANS WEB3 - THOMAS EVANS ALFIE G. K. CHESTERTON

Leggi anche:
Già un secolo fa Chesterton si batté per salvare tutti gli Alfie che sarebbero nati

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Tags:
Alfie Evansbambinicharlie gard
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
6
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
7
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni